Carrello 0
URBANISTICA

Abuso a metà per un parcheggio

di Rossella Calabrese

Nessun reato di lottizzazione abusiva se non c’è urbanizzazione

03/06/2005 - Non può esserci lottizzazione abusiva per opere che non presuppongono interventi di urbanizzazione primaria e secondaria, e che quindi non pregiudicano la riserva pubblica di pianificazione territoriale e urbanistica. È quanto stabilisce la sentenza n. 17663 della terza sezione penale della Cassazione dell’11 maggio scorso, convalidando il sequestro di un parcheggio per abuso edilizio. La società immobiliare che lo stava costruendo, su un’area gravata da vincoli urbanistici di varia natura, aveva ottenuto il permesso di costruire per un parcheggio per mezzi agricoli. Ma il parcheggio che stava realizzando era destinato ad uso industriale. Il reato contestato è stato di abuso edilizio, in quanto l’opera in realizzazione era difforme da quella per la quale era stato rilasciato il permesso di costruire. E' stata però rigettata l’ipotesi di reato di lottizzazione abusiva. Il motivo sta nel fatto che il piano di lottizzazione è uno strumento di attuazione del piano urbanistico generale, ovvero il presupposto per l’urbanizzazione del territorio e per la trasformazione a scopo edificatorio. Non avendo dunque il parcheggio elementi che lo rendano funzionale alla creazione di un nuovo assetto urbanistico, non si può parlare di lottizzazione. La sentenza sarà disponibile al più presto.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati