Carrello 0
Ambiente e Processi Tecnologici
CERTIFICAZIONE

Ambiente e Processi Tecnologici

di

Il Sistema di Gestione Qualità per l’edilizia

Una proposta per interventi sostenibili Evoluzione e prospettive della certificazione Bioecologica in edilizia mediante l’analisi del valore Parlando di costruire sostenibile, oggi, non si rischia più di trovare una platea impreparata: il termine "sostenibilità", negli ultimi 5 anni, è stato infatti usato e talvolta abusato, sia a livello di politica e pianificazione territoriale, sia a scala edilizia, al punto che quasi tutti gli strumenti urbanistici portano indicazioni esplicite sulle strategie per programmare, progettare e costruire nel rispetto delle condizioni per la ecosostenibilità dello sviluppo. In questi ultimi cinque anni sono cambiate molte cose anche tra le procedure di realizzazione degli interventi edilizi, con l’introduzione dell'attestazione di conformità delle costruzioni (DIA), comportando una maggiore responsabilità del progettista nella autoverifica dei requisiti urbanistici, architettonici e tecnici del proprio operare. Servono dunque più che mai norme che consentano di promuovere la costruzione bioecologica, ma di tipo non prescrittivo, bensì prestazionale per lasciare spazio alla creatività nel proporre soluzioni che rispettino obiettivi e prestazioni ben chiaramente delineati, senza dar adito ad interpretazioni. Quella della norma prestazionale è infatti la via che non toglie spazio all’innovazione, non suggerendo modelli e soluzioni che potrebbero rivelarsi sempre più rapidamente superati dalla tecnologia avanzata, e al contempo favorisce una progressiva presa di coscienza di tutti gli operatori. Il presente lavoro si propone di suggerire un percorso che consenta di “dare valore alla qualità”, introducendo l’indice di valore come parametro finalizzato anche al rispetto delle condizioni per la ecosostenibilità, un parametro che possa aiutare le pubbliche amministrazioni, gli enti di programmazione e più in generale tutti gli attori del processo territoriale ed edilizio, nel promuovere attività nella piena consapevolezza di tutti gli elementi che entrano in gioco per raggiungere l’obiettivo della tutela globale dell’ambiente, dando la possibilità a gruppi di lavori interdisciplinari coordinati, di confrontare, su basi certe, più soluzioni poste in alternativa a quella originariamente presa in esame. A cura di P.L. Maffei, R. Boccaccini Vedi testo in allegato
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa