Carrello 0
Appalti: entità danni dipende dalla volontà contrattuale
NORMATIVA

Appalti: entità danni dipende dalla volontà contrattuale

di Rossella Calabrese

Secondo la Cassazione va valutato l'interesse del committente

19/07/2005 - Con la sentenza n. 14034 del 1° luglio 2005, la Corte di Cassazione, II Sezione civile, ha stabilito che nei contratti di appalto, ai fini del riconoscimento al risarcimento del danno, l’inadempimento dell’appaltatore non deve essere valutato sulla base dell’entità del danno, che potrebbe anche non esserci, e quindi tale valutazione è indipendente dal valore oggettivo della prestazione non adempiuta dall’impresa. Ciò che deve essere considerato è, invece, la rilevanza della violazione del contratto, con particolare riferimento alla volontà contrattuale delle parti e all’interesse del committente al completo adempimento delle obbligazioni contrattuali.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui