Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
STRUTTURALE

Normativa antisismica: ulteriore proroga?

di Roberta Dragone

Conferenza Unificata pronta al via libera per le nuove Norme tecniche. Si avvicina l'ipotesi di un allineamento tecnico di 18 mesi.

Vedi Aggiornamento del 30/08/2005
Commenti 14649
18/07/2005 – Si avvicina la scadenza dell'8 agosto, data dell'entrata in vigore della nuova normativa antisismica e sono già in molti a parlare di una ulteriore proroga, questa volta di 18 mesi. A dare corpo alle voci di una ulteriore dilazione è l'accelerazione dell'iter di approvazione delle “Norme tecniche per le Costruzioni” promosse dal Ministero delle Infrastrutture (ex Testo Unico), che contengono anche indicazioni sulla nuova normativa antisismica. L’approvazione delle Norme Tecniche mediante decreto ministeriale prima dell’8 agosto darebbe infatti il via ad una serie di “allineamenti tecnici”, periodi transitori di 18 mesi con i quali il legislatore tutela tutte le normative vigenti ed oggetto di modifiche da parte del Testo Unico (tra le quali appunto l'ordinanza antisimica) . Durante l'allineamento le leggi vigenti non vengono abrogate ma mantengono la loro validità in parallelo con le nuove normative, salvo decadere a favore di queste ultime alla fine dei 18 mesi. L'allineamento consente agli operatori di adeguarsi alla nuove disposizioni ed al legislatore di apportare eventuali correzioni su suggerimento degli osservatori istituzionali. Il tavolo tecnico della Conferenza Unificata è stato convocato a Roma per il 19 luglio prossimo (vedi la lettera di convocazione in allegato). L’obiettivo sembrerebbe quindi quello di ottenere un veloce via libera ai passaggi successivi: la Conferenza delle Regioni e la Conferenza Unificata già nella seduta del 28 luglio 2005. Se il testo recante le nuove Norme Tecniche per le Costruzioni ottenesse l’ok della Conferenza Stato-Regioni il 28 luglio, potrebbe essere approvato entro pochi giorni, e quindi prima dell’8 agosto, mediante un Decreto Ministeriale. Questo consentirebbe l'entrata in vigore delle Norme Tecniche prima dell'8 agosto e la proroga dei 18 mesi. Un'ulteriore condizione affinchè il DM riesca effettivamente ad anticipare la data dell'8 Agosto, è la modifica all’art. 2 della bozza del decreto inviata assieme al Testo, che prevede l’entrata in vigore dopo 30 giorni dalla pubblicazione sulla Gazzetta Ufficiale. Se ciò non avvenisse, sarebbe necessaria una nuova Ordinanza di proroga del Presidente del Consiglio, al fine di coprire il vuoto legislativo tra l’8 Agosto e l’effettiva entrata in vigore delle Norme Tecniche.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui
Altri commenti
thumb profile
Orio Silvano

....in quanto le norme non sono molto chiare e trovano delle difficoltà di applicazione sotto il livello pratico. Inoltre sembra che l'applicazione si voglia esasperarla fino all'eccesso, ovvero stiamo obbligando il sistema edile a costruire piattaforme in cemento per sostenere stuzzicadenti". A titolo puramente personale i legislatori risultano più burocrati che tecnici operatori.

thumb profile
costruzioni generali

Ritengo giusto ed opportuno un ulteriore proroga di almeno 18 mesi dalla scadenza del 8/8/2005, in quanto non ci sono le condizioni ad oggi per l'entrata in vigore di tal normativa antisismica