Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
RISTRUTTURAZIONE Sismabonus 110%, come si calcolano i limiti di spesa
STRUTTURALE

Norme Tecniche: confermato l'allineamento tecnico di 18 mesi

di Roberta Dragone

Ok al regime transitorio tra vecchie e nuove normative. Problemi per l'entrata in vigore dell'ordinanza antisismica prevista per l'8 agosto

Vedi Aggiornamento del 04/11/2005
Commenti 15061
26/07/2005 - E' definitivamente confermata l'applicazione di un periodo tecnico di allineamento di 18 mesi per le nuove Norme Tecniche delle costruzioni. Si tratta di una fase sperimentale di applicazione durante la quale sarà ancora possibile continuare ad applicare tutte le vecchie normative ad oggi in vigore e che risultano oggetto di trattazione del nuovo maxi-testo. L’applicazione facoltativa per 18 mesi delle Norme Tecniche delle costruzioni (ex Testo Unico) era stata introdotta da un emendamento al decreto legge n. 115 sulla pubblica amministrazione che il Senato ha approvato nella seduta dello scorso 20 luglio. La conversione in legge del decreto è già attesa alla Camera entro la fine di questa settimana. Il rinvio è riportato all’articolo 14-bis recante disposizioni sul “Regime transitorio per l’operatività delle norme tecniche per le costruzioni”. Per diciotto mesi l’applicazione delle nuove disposizioni in materia di costruzioni sarà facoltativa; in alternativa avrà ancora validità la vecchia normativa tecnica: - la legge n. 1086 del 5 novembre 1971 “Norme per la disciplina delle opere di conglomerato cementizio armato, normale e precompresso ed a struttura metallica”; - la legge n. 64 del 2 febbraio 1974 del Ministero dei lavori pubblici sui “Provvedimenti per le costruzioni con particolari prescrizioni per le zone sismiche”. Rimane invece obbligatorio – si legge nell’emendamento – quanto previsto dall’applicazione del “Regolamento di attuazione della direttiva 89/106/CEE relativa ai prodotti da costruzione”, di cui al decreto del Presidente della Repubblica 21 aprile 1993, n. 246. Il periodo di 18 mesi di allineamento delle nuove Norme Tecniche ha particolare interesse per chi ormai da tempo segue le vicende della nuova legge antisismica. L'entrata in vigore dell'ordinanza 3274/2003 , già prorogata di tre mesi all'8 agosto, rischia infatti di essere immediatamente superata dall'effettiva approvazione delle Norme Tecniche. In questo scenario le nuove prescrizioni sismiche della 3274 , ad oggi ancora facoltative e che dall'8 agosto diverrebero obbligatorie, ritornerebbero ad essere facoltative a pubblicazione su Gazzetta delle Norme Tecniche (la cui data ancora non è possibile prevedere). Per evitare questo periodo di incertezza giuridica le Regioni continuano a richiedere a gran voce una nuova proroga della 3274, almeno sufficiente a coprire il periodo che andrebbe dall'8 agosto all'entrata in vigore delle nuove Norme. In una lettera ufficiale inviata al Sottosegretario della presidenza del Consiglio Gianni Letta, il presidente della Conferenza delle Regioni Vasco Errani ha chiesto un’ulteriore proroga all’entrata in vigore della 3274 per “garantire agli operatori del settore ed ai cittadini la certezza del quadro giuridico di riferimento”. Le Regioni auspicano un nuovo slittamento del termine mediante l’inserimento di un emendamento nel Ddl di conversione del decreto legge n. 115. Tra le richieste compare anche la cancellazione dell’articolo 104 del Dpr 380/2001 relativo ai lavori di costruzioni in zona sismica iniziati durante la fase transitoria di applicazione delle Norme Tecniche delle costruzioni. Ricordiamo che, in attesa della Conferenza Unificata convocata per giovedì 28 luglio, i tecnici delle Regioni si sono incontrati lo scorso 19 luglio per discutere della nuova normativa. Durante l’incontro sono state formulate richieste preliminari per le quali si attende ancora la risposta del Governo. Le Regioni continuano a sperare nell’inserimento della proroga in un altro emendamento lampo dell’ultimo minuto.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui