Carrello 0
LAVORI PUBBLICI

Materiali riciclati obbligatori in opere edili e stradali

di Rossella Calabrese

Una Circolare ministeriale fissa una quota minima del 30% nelle opere pubbliche

29/07/2005 - Con la Circolare del 15 luglio 2005, n. 5205 il Ministero dell’Ambiente ha reso note le disposizioni per attuare nel settore edile, stradale e ambientale il D.M. 203/2003, cioè il Decreto che impone alle Pubbliche Amministrazione di soddisfare il proprio fabbisogno annuale di manufatti e beni con una quota non inferiore al 30% di prodotti ottenuti da materiale riciclato. Il DM 203/2003 stabilisce, in particolare, che le P.A. prevedano l’impiego di materiali riciclati in sede di formulazione dei capitolati d’appalto delle opere pubbliche. La Circolare contiene i criteri tecnici e prestazionali che i materiali e i manufatti riciclati devono possedere per essere iscritti nel Repertorio del riciclaggio, condizione necessaria perché il bene venga acquistato dalla P.A. o dalle imprese appaltatrici, lo schema della domanda di iscrizione e la documentazione che il produttore del materiale deve presentare al Ministero dell’Ambiente. È definito “materiale riciclato” quello realizzato con rifiuti post-consumo da costruzione e demolizione; sono definiti “aggregati riciclati” i materiali risultanti dal trattamento degli inerti e il conglomerato bituminoso derivante dalla scarifica del manto stradale. Nell’ Allegato C della Circolare sono poi elencati alcuni dei possibili riutilizzi degli aggregati riciclati: realizzazione del corpo dei rilevati stradali, dei sottofondi stradali, degli strati di fondazione, recuperi ambientali, riempimenti e colmate, strati accessori aventi funzioni antigelo, anticapillare, drenante, ecc. Oltre alla iscrizione nel Repertorio del riciclaggio, ulteriore condizione perchè il materiale o il bene riciclato possa essere utilizzato dalla P.A. è la congruità del prezzo, nel senso che il loro valore non deve superare quello delle corrispondenti materie prime o beni.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
La domotica, quali risvolti sociali ed economici per le famiglie? Leggi i risultati