Carrello 0
Architetti contro l’invasione delle firme straniere
ARCHITETTURA

Architetti contro l’invasione delle firme straniere

di Rossella Calabrese

Una lettera di 35 architetti italiani a Ciampi e Berlusconi chiede il rilancio dell’architettura italiana nelle grandi opere pubbliche e artistiche

20/09/2005 - «L'architettura italiana attraversa una situazione drammatica». Si apre con queste parole la lettera che 35 architetti italiani hanno inviato al Presidente della Repubblica Ciampi e del Consiglio Berlusconi per richiamare l’attenzione sull’invasione di firme estere nelle grandi opere pubbliche e artistiche italiane. Gli architetti italiani rivendicano il loro ruolo di protagonisti nella progettazione degli interventi architettonici più significativi e rappresentativi del nostro Paese, ma soprattutto lamentano la mancanza in Italia di “grandi opere di interesse sociale che hanno trasformato sensibilmente l'ambiente urbano mettendo a disposizione dei cittadini nuovi servizi che esprimono lo spirito del nostro tempo” come è invece avvenuto in altri Paesi europei. Gli interventi di maggior rilievo portano la firma di architetti stranieri, scelti in base ad altre realizzazioni già compiute; gli italiani invece non hanno avuto occasione di progettare opere di rilievo internazionale in Italia, proprio a causa della mancanza di una programmazione di ampio respiro. Rischia di perdersi la spinta innovativa tutta italiana, iniziata negli anni trenta del secolo scorso da architetti di grande fama, come Gardella, Albini, Scarpa, Samonà, Libera. Quello che oggi gli architetti chiedono per rilanciare l'architettura italiana in ambito internazionale è una nuova normativa che snellisca le procedure burocratiche e apra i concorsi anche alle nuove generazioni basando i criteri di selezione non solo sulle realizzazioni già fatte. È necessario, inoltre, potenziare la Direzione per l’architettura e per l’arte contemporanee (Darc) e limitare il potere di veto delle Soprintendenze che molto spesso ha bloccato opere significative. Leggi il testo della lettera
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati