Carrello 0
NORMATIVA

All’esame della Camera Ddl sulle fonti rinnovabili

di Rossella Calabrese

Nuove regole per il funzionamento di un Fondo per la ricerca

Vedi Aggiornamento del 17/11/2005
14/10/2005 - Nella seduta di giovedì 6 ottobre 2005 la Commissione Attività produttive, commercio e turismo della Camera ha iniziato l’esame del Ddl concernente “Istituzione del Fondo nazionale per il sostegno della ricerca e dell'innovazione tecnologica nel settore della generazione di energia elettrica tramite fonti rinnovabili”. La proposta di legge ha la finalità di ridurre i gas serra, come previsto dal Protocollo di Kyoto, mediante l'individuazione di misure di sostegno alla ricerca e all'innovazione tecnologica nel settore della generazione elettrica tramite fonti di energia rinnovabili. L'iniziativa legislativa prevede il divieto di rinnovo, alla scadenza, delle convenzioni esistenti regolate dal Decreto legislativo n. 79/99, per il ritiro obbligato da parte del Gestore della rete di trasmissione nazionale (GRTN) dell'energia elettrica prodotta da fonti assimilate. Le somme derivanti dai risparmi di spesa, ottenuti dal GRTN, andranno ad alimentare un apposito Fondo nazionale per il sostegno della ricerca e dell'innovazione tecnologica nel settore dell'energia elettrica tramite fonti rinnovabili. La risorse di tale Fondo dovrebbero essere destinate per il 50 per cento a ridurre le tariffe di fornitura di energia elettrica applicate ai clienti finali dall'Autorità per l'energia elettrica e il gas. A tale scopo, la disposizione in esame autorizza l'Autorità a computare detta quota nel calcolo dei costi di produzione, trasmissione, trasporto e distribuzione che vengono presi in considerazione ai fini della revisione trimestrale delle tariffe elettriche; per il 25 per cento a favore dell'attività istituzionale dell'Ente per le nuove tecnologie, l'energia e l'ambiente (ENEA); per il restante 25 per cento a soggetti pubblici e privati per la realizzazione di progetti di ricerca nel settore della generazione elettrica tramite fonti rinnovabili, da individuare in conformità ad un Programma annuale di incentivazione dell'uso delle suddette fonti da approvarsi nell'ambito del Documento di programmazione economico-finanziaria (DPEF). Il seguito dell'esame è stato rinviato ad altra seduta.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui