Carrello 0
NORMATIVA

Anas fuori dalla PA? Ma la Società è a rischio liquidità

di Rossella Calabrese

Riforma collegata alla Finanziaria, ma i tagli creano ulteriori difficoltà

Vedi Aggiornamento del 06/10/2006
18/10/2005 - Le norme che prevedevano l’uscita dell’Anas dalla Pubblica Amministrazione saranno ripresentate dal Governo al Parlamento come emendamenti al Decreto Legge n. 203 collegato alla legge Finanziaria; tali norme erano contenute nella legge di conversione del Decreto Legge 163 del 17 agosto 2005, il cosiddetto DL Infrastrutture, che la Camera non farà in tempo ad approvare. La riforma dell’Anas, che trasformerà la Spa che gestisce la gran parte delle strade italiane in un concessionario come tutti gli altri, sarà contenuta in un decreto del Governo. Preoccupante appare, però, la crisi di liquidità dell’Anas, aggravata dalle previsioni sugli effetti dei tagli della Finanziaria: la manovra impone un tetto ai pagamenti che bloccherà l’Anas a 1.700 milioni a fronte dei 3.600 che la Società prevedeva di spendere. Per di più, la Legge Obiettivo prevede che l’Anas spenda 1 miliardo e mezzo, mentre è probabile che non riceverà neanche i 2,2 miliardi stanziati per le grandi opere. Le imprese impegnate nell’esecuzione dei lavori rischiano di pagare per questa situazione, dato che l’Anas è, ad oggi, esposta per 1.200 milioni di euro nei loro confronti.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati