Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, appalto integrato, subappalto e CAM: i nodi del ddl delega appalti
LAVORI PUBBLICI Equo compenso, appalto integrato, subappalto e CAM: i nodi del ddl delega appalti
NORMATIVA

Siena, introdotto l’innovativo schema metropolitano

di Rossella Calabrese

Un’intesa tra Comuni per redigere un piano strutturale d’area vasta

31/10/2005 – Il Consiglio comunale di Siena ha già approvato il disegno di governo e lo Schema metropolitano ed, entro la fine dell’anno, voterà il nuovo piano strutturale.

La novità sta nel fatto che Siena ha utilizzato la formula del piano d’area vasta, pur non essendo una città metropolitana (le aree metropolitane sono individuate dal TU sugli Enti locali DLgs 267/2000).

Per poterlo fare, è stato elaborato l’innovativo Schema metropolitano, sulla base di un’intesa siglata dai Sindaci di Asciano, Castelnuovo Berardenga, Monteriggioni, Monteroni d'Arbia, Sovicille e Siena. Con questo accordo, le scelte di politica territoriale della città capoluogo saranno condivise con i Comuni coinvolti e faranno parte di una strategia di governo del territorio di dimensione sovra-locale.

La redazione del nuovo piano, quindi, sta seguendo una logica di superamento dei confini municipali, che renda più efficace il governo dei nuovi processi di trasformazione insediativa.

Per quanto riguarda i contenuti, il disegno di governo contiene le linee guida del futuro piano strutturale: governare il mercato abitativo per garantire a tutti l’accesso alla casa, migliorare l’accessibilità urbana e territoriale, rivitalizzare le aree centrali della città e riqualificare le periferie, rafforzare il ruolo delle funzioni di eccellenza, promuovere la qualità degli interventi di trasformazione urbana e dei nuovi progetti, delle aree verdi e del territorio aperto.

Ricordiamo che la Regione Toscana è impegnata nella revisione della sua legge-quadro in materia di governo del territorio; la nuova legge, denominata "Super 5", non è ancora approdata in Consiglio regionale, ma è verosimile che il nuovo Piano di Siena concluderà il suo iter quando la nuova legge sarà vigente.

La "Super 5" conferma l'articolazione del Piano comunale in Piano Strutturale (quale strumento di pianificazione territoriale) e Regolamento Urbanistico (definito, insieme ai programmi complessi di intervento e ai piani attuativi, atto di governo del territorio), ma introduce una ulteriore suddivisione del Piano Strutturale in componente statutaria (lo statuto dei luoghi) e componente strategica (la strategia dello sviluppo territoriale).

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati