Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Equo compenso, appalto integrato, subappalto e CAM: i nodi del ddl delega appalti
LAVORI PUBBLICI Equo compenso, appalto integrato, subappalto e CAM: i nodi del ddl delega appalti
NORMATIVA

Il contratto preliminare di un immobile abusivo non è nullo

di Rossella Calabrese

Lo ha stabilito la Corte di Appello di Firenze in una recente sentenza

18/11/2005 - Con la sentenza n. 1339 del 27 settembre 2005, la I Sezione della Corte di Appello di Firenze ha stabilito che il contratto preliminare di compravendita di un immobile non può dichiararsi nullo nel momento in cui venga accertato che l’immobile oggetto del contratto è abusivo. Nel caso esaminato due privati avevano stipulato un contratto preliminare di compravendita di un terreno con annesso edificio. In un secondo momento l’acquirente ha appreso che la costruzione era abusiva e ha fatto causa al venditore per ottenere l’annullamento del contratto preliminare, la restituzione della caparra e il pagamento di una penale. La sentenza di primo grado ha accolto le richieste dell’acquirente. Nel ricorso in appello, il venditore ha sostenuto che il contratto preliminare non sottostà alla disciplina della legge 47/1985, articolo 40, perché tale contratto ha soltanto effetti obbligatori e, quindi, non può essere dichiarato nullo. La Corte di Appello ha accolto le motivazioni del ricorrente ribadendo che il citato articolo 40 prevede che possano essere annullati gli atti relativi agli immobili abusivi, limitatamente però ai contratti di trasferimento della proprietà. Non si applica quindi ai contratti aventi meri effetti obbligatori, come quelli preliminari.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus e bonus edilizi, come sta andando e cosa prevedi per il futuro? Leggi i risultati