Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
CILA Superbonus, oggi l’accordo in Conferenza Unificata
NORMATIVA CILA Superbonus, oggi l’accordo in Conferenza Unificata
NORMATIVA

Rumore e amianto: pronto lo schema di decreto legislativo

di Rossella Calabrese

Il DL attuerà due direttive comunitarie sulla protezione dai rischi derivanti dall'esposizione durante il lavoro

Vedi Aggiornamento del 21/12/2006
Commenti 5599
14/11/2005 - Il Consiglio dei Ministri, nella seduta del 10 novembre scorso, ha approvato lo schema di decreto legislativo recante “Attuazione delle direttive 2003/10/CE e 2003/18/CE relative alla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti dall'esposizione al rumore ed all'amianto durante il lavoro”. La direttiva 2003/10/CE fissa le prescrizioni minime di sicurezza e di salute relative all'esposizione dei lavoratori ai rischi derivanti dagli agenti fisici (rumore), stabilendo i valori limite di esposizione e di esposizione che fanno scattare l'azione. La direttiva pone a carico dei datori di lavoro l’obbligo di identificare e valutare i rischi ai quali i lavoratori sono esposti e di adottare appropriati dispositivi di protezione individuale, nonché di informare e formare i lavoratori relativamente ai rischi provenienti dall'esposizione al rumore. La direttiva 2003/18/CE modifica la direttiva 83/477/CEE concernente la protezione dei lavoratori contro i rischi connessi con un'esposizione all'amianto durante il lavoro. Fissa i valori limite di esposizione, prevede che siano valutati i rischi e che vengano adottati dispositivi di protezione individuale, dà indicazione circa i campionamenti e i prelievi per la misurazione della concentrazione di fibre di amianto nell'aria del luogo di lavoro. La direttiva prevede che siano effettuati periodici accertamenti dello stato di salute dei lavoratori e che i dati siano tenuti in un registro; gli Stati membri, invece, devono tenere un registro dei casi accertati di asbestosi e di mesotelioma. Il termine per il recepimento della 2003/10/CE è fissato al 15 febbraio 2006, mentre quello per la 2003/18/CE è il 15 aprile 2006. Lo schema di decreto passa ora all’esame della Conferenza Stato-Regioni e delle Commissioni parlamentari che dovranno esprimere i pareri.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui