Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, non passano la proroga al 2023 e l’estensione a professionisti e imprese
NORMATIVA Superbonus, non passano la proroga al 2023 e l’estensione a professionisti e imprese
TOPOGRAFIA

Digitalizzazione dei dati territoriali più vicina

di Roberta Dragone

Conclusa fase di sviluppo di Sigma Ter; Cnipa approva linee guida per la realizzazione del Repertorio nazionale dei dati territoriali della Pa

Vedi Aggiornamento del 13/06/2007
Commenti 7505
16/12/2005 – Il nostro paese si avvicina sempre di più alla digitalizzazione dei dati territoriali. Per il 2006 sono in cantiere diverse iniziative volte alla informatizzazione dei sistemi informativi del territorio. Si è conclusa il mese scorso la fase di sviluppo del progetto Sigma Ter, iniziativa interregionale che vede partecipi diversi enti. Il progetto, pronto a partire entro i primi due mesi del prossimo anno, nasce con l’intento di facilitare il processo di decentramento catastale, e di migliorare la capacità di pianificazione e gestione amministrativa e fiscale del territorio, nonché la qualità dei servizi per cittadini, professionisti e imprese che necessitano di integrare le informazioni catastali (a livello agenzia del territorio) con quelle territoriali (a livello di regioni ed enti locali). Sigma Ter prevede infatti la creazione di un’infrastruttura per l’interscambio e l’integrazione di informazioni catastali e territoriali fra l’agenzia del territorio e regioni e fra queste e gli enti locali; e lo sviluppo di un ampio numero di servizi basati sull’informazione catastale e territoriale da fornire a cittadini, professionisti e imprese. Il servizio risulterà particolarmente utile, oltre che ai cittadini, anche alle imprese e ai professionisti, poiché consentirà: accesso, consultazione ed estrazione di informazioni da database territoriali integrati; certificati di destinazione urbanistica; gestione di Ici e Tarsu; servizi di anagrafe edilizia e toponomastica integrata per la gestione, controllo e pianificazione territoriale; servizi per la gestione delle richieste e rilascio di autorizzazioni. Tutto questo renderà possibile l’accesso ad un vasto patrimonio informativo integrato e certificato; la riduzione del numero e delle tipologiea di documentazioni da presentare alle p.a. (grazie alla messa a disposizione preventiva delle stesse informazioni); l’interazione con le p.a. attraverso tecnologie web, call center, chioschi, con il risultato di un considerevole risparmio di tempo; la possibilità di ottenere servizi a elevato valore aggiunto, certificati nel rispetto della normativa. Oltre la Regione Emilia Romagna, coordinatrice del progetto, sono coinvolte le Regioni Abruzzo, Liguria, Toscana e Valle d’Aosta; l’agenzia del territorio; le Province di Bologna,Genova, Parma, Piacenza, Pisa; le Comunità montane Alta Val Polcevera e della Garfagnana; i Comuni di Bologna, Cesena, Collesalvetti, Faenza, Ferrara, Genova, La Spezia, Livorno, Lugo, Modena, Reggio Emilia, Rimini. Recentemente il Cnipa – Centro nazionale per l’informatica nella pubblica amministrazione – ha inoltre approvato le linee guida per il Repertorio nazionale dei dati territoriali e per la produzione di ortofoto digitali. “Il Repertorio – si legge nella prefazione del documento - è lo strumento conoscitivo mediante il quale sarà possibile accertare la disponibilità di dati territoriali per l’intero territorio nazionale, le loro caratteristiche e le modalità di utilizzo e di acquisizione, con l’obiettivo di mettere in condivisione e rendere più agevolmente accessibile il patrimonio pubblico dei dati stessi”. Tali iniziative sono sicuramente in sintonia con il Codice dell’amministrazione digitale, pubblicato sulla Gazzetta ufficiale del 16 maggio scorso, che disciplina appunto, all’art. 59, l’istituzione del Repertorio nazionale dei dati territoriali, “nonchè delle modalità di prima costituzione e di successivo aggiornamento dello stesso, per la formazione, la documentazione e lo scambio dei dati territoriali detenuti dalle singole amministrazioni competenti, nonchè le regole ed i costi per l'utilizzo dei dati stessi tra le pubbliche amministrazioni centrali e locali e da parte dei privati”. www.sigmater.it www.cnipa.gov.it

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, come sta andando e cosa ci aspetta? Partecipa