Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
LAVORI PUBBLICI Recovery Plan, Draghi: ‘supervisione politica affidata al Governo, operatività agli enti locali’
NORMATIVA

Sulla gestione dei rifiuti si applica l’Iva al 10%

di Rossella Calabrese

Una risoluzione dell’Agenzia delle Entrate fornisce chiarimenti

Commenti 11975
24/01/2006 - Alle prestazioni di gestione, stoccaggio e deposito temporaneo di rifiuti urbani e di rifiuti speciali e alle prestazioni di gestione di impianti di fognatura e depurazione si applica l’aliquota Iva agevolata del 10%. Lo chairisce la risoluzione n. 14 del 17 gennaio scorso, emanata dall'Agenzia delle Entrate. L'articolo 6, comma 1, del D.Lgs. 22/97 (Ronchi), alle lettere d), l) e m) - spiega la risoluzione - dà le definizioni di gestione, stoccaggio e deposito temporaneo, in base alle quali le attività descritte dal proponente dell’istanza dell’interpello sono riconducibile alle operazioni soggette all'aliquota IVA agevolata purchè i "rifiuti" trattati rientrino nel novero dei "rifiuti urbani" o tra i "rifiuti speciali agevolati". Anche l'utilizzo della componente secca della frazione residuale dei rifiuti solidi urbani come combustibile nell'impianto di termovalorizzazione appare coerente con la nozione di "gestione" dei rifiuti; lo stesso vale per il recupero dei materiali metallici. Nella seconda parte del parere, l’Agenzia chiarisce che si applica l’aliquota Iva agevolata del 10% anche alle operazioni di realizzazione degli impianti, in quanto opere di urbanizzazione. Infatti il decreto Ronchi stabilisce che "le opere, le costruzioni e gli impianti destinati allo smaltimento, al riciclaggio o alla distruzione dei rifiuti urbani, speciali, pericolosi, solidi e liquidi, alla bonifica di aree inquinate" sono ricomprese nel novero delle "attrezzature sanitarie" (opere di urbanizzazione secondaria). L’aliquota del 10% - continua l’Agenzia - appare applicabile anche per la realizzazione dell'impianto di termovalorizzazione, in quanto la duplice funzione di "combustione dei rifiuti" (smaltimento rifiuti) e di "produzione di energia elettrica" appare coerente con i principi e la disciplina dettati dal decreto Ronchi. L’Iva è invece del 20% per le manutenzioni ordinarie e straordinarie degli impianti.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui