Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Abitare sostenibile: Mazzano realizza 40 nuovi alloggi

di Roberta Dragone

Progetto nell’ambito del piano She - Sustainable Housing in Europe

Vedi Aggiornamento del 02/04/2008
16/01/2006 – Le realizzazioni per l’abitare sostenibile “d’ora in avanti costituiranno la normalità, non l’eccezione”. Queste le parole con cui il sindaco di Mazzano (Bs) Luigi Elisetti commenta il progetto di edilizia ecosostenibile che sarà presto realizzato nel comune della provincia di Brescia. Si tratta di un programma che rientra nell’ambito del piano She - Sustanaible housing in Europe, un progetto dimostrativo coordinato da Federabitazione, e finanziato dalla Commissione Europea nell’ambito del 5° Programma Quadro di Ricerca e Sviluppo, sottoprogramma “Energia, Ambiente e Sviluppo Sostenibile”, Azione chiave 4 “Città del futuro ed eredità culturale”. Il programma – spiega il sindaco Elisetti – prevede la realizzazione di 40 nuovi alloggi su una superficie di 13.855 metri quadrati nella zona di cascina San Zeno. Quasi la metà (4.850 mq) della superficie complessiva accoglierà spazi verdi; 3.066 metri quadrati saranno destinati a verde pubblico, e circa 1.800 a verde privato, esclusivo o condominiale. Il progetto sarà realizzato da Consedi, il Consorzio bresciano per l'edilizia economico popolare, che ha istituito un apposito gruppo di progettazione composto da uno studio di architettura, un ingegnere strutturista, un ingegnere impiantista, uno studio di geologia e un agronomo. “Si studia – spiega Consedi - la direzione del vento, l’umidità, la nebbia, un sistema sotterraneo per l’irrigazione in estate (utilizzando anche l'acqua del fiume), un sistema di riscaldamento centralizzato integrato con un sistema per l’acqua calda utilizzando pannelli solari, alcuni pannelli fotovoltaici, alcune pompe per l'estrazione dell'acqua”.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati