Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
NORMATIVA Bonus ristrutturazioni, come funziona la detrazione se varia il numero delle unità immobiliari?
LAVORI PUBBLICI

Testo unico appalti: ancora all’esame della Camera

di Rossella Calabrese

La Commissione lavori pubblici deve esprimersi entro il 2 marzo

Vedi Aggiornamento del 31/03/2006
Commenti 5745
28/02/2006 - Nella seduta del 23 febbraio scorso, la Commissione Ambiente e Lavori pubblici della Camera ha esaminato lo Schema di decreto relativo al nuovo Testo Unico degli appalti pubblici. Nei giorni scorsi la Commissione ha acquisito il parere del Consiglio di Stato. Vigni (DS) è tornato a sottolineare che il provvedimento in esame è evidentemente viziato da un «clamoroso» eccesso di delega e che lo schema di decreto legislativo è stato approvato in assenza di approfondimenti preliminari, sia in sede parlamentare, sia con il mondo produttivo e sociale. Sono state evidenziate inoltre alcune questioni: l'accoglimento dell'avvalimento nella normativa italiana rischia – secondo Vigni - di tradursi in una forzatura a discapito del sistema di qualificazione delle imprese, che potrebbe risultare depotenziato. In secondo luogo, Vigni ha sottolineato che il nuovo Codice prevede un ricorso generalizzato all'appalto integrato, che dovrebbe costituire invece una forma eccezionale di affidamento della progettazione dei lavori. Ritiene utile che esso sia limitato a opere complesse e di elevato contenuto tecnologico, per evitare il rischio di far saltare la distinzione tra progettazione ed esecuzione delle opere, che ha sempre rappresentato una principio-cardine nella legge n. 109 del 1994 (Merloni). Richiede quindi un ripensamento da parte del Governo, su queste e su altre disposizioni presenti nel testo, che suscitano perplessità: in particolare l'innalzamento eccessivo delle soglie per il conferimento di incarichi di progettazione in assenza di un bando di gara. Il relatore Stradella (FI) si è dichiarato disponibile a valutare ed eventualmente recepire le osservazioni emerse nel corso del dibattito, allo scopo di migliorare il testo. L’esame del provvedimento è stato rinviato ad altra seduta.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui