Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
MERCATI Covid-19 e superbonus 110% hanno rallentato l’edilizia nel 2020
LAVORI PUBBLICI

Testo Unico appalti: prosegue l’esame delle Commissioni

di Rossella Calabrese

Per la maggioranza, snellimento delle procedure e tutela della concorrenza. Eccesso di delega per l’opposizione

Vedi Aggiornamento del 04/05/2006
Commenti 8703
17/02/2006 - È iniziato il 15 febbraio l’esame del Testo unico degli appalti pubblici da parte delle Commissioni Lavori pubblici di Camera e Senato. Alla Camera, il relatore del provvedimento, Stradella, ha ricordato i contenuti delle direttive 2004/17/CE e 2004/18/CE , delle quali il nuovo Testo costituisce la norma di recepimento, e in particolare le nuove figure negoziali introdotte (accordo quadro, sistema dinamico di acquisizione, asta elettronica, dialogo competitivo, affidamento tramite centrale di committenza) e i nuovi istituti come la concessione di servizi. È stata evidenziata la scelta del legislatore comunitario di uniformare le discipline di tutti i contratti pubblici di appalto, mettendo in secondo piano l'oggetto dell'appalto (lavori, forniture, servizi), a differenza dell’impostazione della legge italiana che si basa sulla netta differenziazione fra una normativa su forniture, servizi e settori speciali e una normativa sui lavori del tutto autonoma. Stradella ha evidenziato l’incompatibilità col diritto europeo dell’impostazione italiana che limita il ricorso all’appalto integrato, all’appalto concorso e alla figura del general contractor. Dai rappresentanti dell’opposizione, sono stati espressi rilievi sul possibile eccesso di delega ed è stato ricordato il parere contrario espresso dalla Conferenza unificata. In Commissione al Senato, il relatore Grillo ha comunicato che sarà presto reso noto il parere del Consiglio di Stato; dopodichè ha nuovamente illustrato i contenuti del Testo soffermandosi sui criteri di attuazione della legge delega. Ha, infine, preannunciato un parere favorevole sul provvedimento, auspicando un ampio dibattito, arricchito anche dalle audizioni informali programmate per i prossimi giorni. Entrambe le Commissioni proseguiranno l’esame nelle prossime sedute.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui