Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
RISPARMIO ENERGETICO Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
NORMATIVA

Superficie degli alloggi di costruzioni private

di Rossella Calabrese

Il regolamento edilizio comunale non può imporre limiti minimi

Commenti 3551
16/02/2006 - Con la sentenza n. 27 del 27 gennaio 2006, il Tar Abruzzo sezione dell’Aquila, ha affermato che un regolamento edilizio non può stabilire limiti minimi di superficie per le singole unità abitative di costruzioni private. I giudici ricordano che la legge urbanistica 1150/1942, che disciplina il contenuto dei regolamenti edilizi comunali, non prevede che il Comune possa imporre, nell’attività costruttiva privata, un limite minimo alla superficie netta di ciascuna unità abitativa. Si tratterebbe infatti di una limitazione delle valutazioni e della libertà di iniziativa economica del costruttore, che i giudici hanno ritenuto illegittima. Il Comune non può operare tale limitazione, a meno che esistano prevalenti ragioni di interesse sociale, quali, ad esempio, quelle igienico-sanitarie.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui