Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco il secondo elenco di 44 opere prioritarie da 13 miliardi
AZIENDE

Con Marmotec 2006 debutta il nuovo super padiglione

di

Costato €18 mln, misura 12mila mq e porta a 32mila le aree coperte

Commenti 2838
10/05/2006 - È ormai pienamente operativo e sarà inaugurato in occasione di CarraraMarmotec (31 maggio 3 giugno) il nuovo, modernissimo grande padiglione da 18 milioni di euro che completa la struttura di CarraraFiere. Finanziato con il contributo della Regione Toscana e il sostegno dei comuni di Carrara e Massa, delle province di Lucca e Massa Carrara e della Cassa di Risparmio di Carrara, entra così in linea una delle opere di edilizia non residenziale più importanti realizzate in questi anni in Toscana. La Fiera di Carrara può adesso contare su 4 padiglioni per un totale di 32 mila metri quadri coperti e 20 mila scoperti, e può ora ospitare grandi manifestazioni ed eventi capaci di produrre ricadute significative su tutto il comprensorio. “E’ stato un investimento importante quanto necessario”, commentano i vertici di CarraraFiere, il presidente Giancarlo Tonini e il direttore Paris Mazzanti, “Il mercato chiede strutture moderne e polifunzionali, dunque si trattava di rendere il nostro complesso competitivo e appetibile anche per i grandi organizzatori privati. Da questa iniziativa prevediamo effetti positivi anche per CarraraCongressi, ossia per la divisione congressuale che ha già ospitato 32 eventi di vari settori con oltre 20 mila partecipanti”. Il nuovo padiglione misura 12 mila metri quadri, con un’altezza interna di 6,70 metri e un volume di 87 mila metri cubi. Ospita uffici per 200 metri quadri, due bar, servizi igienici e ogni elemento necessario a supportare le attività legate agli eventi in corso. L’area destinata alle fiere è di 10 mila metri, tutti sfruttabili in assenza di colonne interne. Realizzato a volta unica, il soffitto poggia infatti solo sulle pareti. La superficie espositiva netta di 5 mila consentirà di ospitare 242 stand di dimensioni standard, dotati di impianto elettrico, idrico e di scarico. La costruzione ha richiesto l’impiego di 6.200 metri cubi di calcestruzzo, mille tonnellate di acciaio e 39 chilometri di cavi. L’esterno è caratterizzato da rivestimenti in marmo bianco (2 mila metri quadri) e vetrate in cristallo (4 mila metri quadri). I pavimenti interni sono invece in resina e i marciapiedi di collegamento in pietra, mentre la copertura è in travi reticolari spaziali e manto in pvc. Completano la dotazione un sistema di condizionamento e un impianto elettrico da 800 kVa, una centrale frigorifera e una termica da 2.500 KW, oltre che un apparato antincendio per la protezione totale e un impianto fonia/dati. Questi interventi hanno consentito di realizzare un nuovo centro servizi da 2.500 metri quadri, di ammodernare l’impianto di condizionamento dei vecchi padiglioni e di riorganizzare le aree adibite a parcheggio. CarraraFiere è ora in grado di ospitare nello stesso periodo anche più manifestazioni e di realizzare così importanti sinergie ed economie di scala. Si comincia con CarraraMarmotec 2006, a ottobre (6-8) seguirà 4x4Fest, salone dell’auto integrale, e MIAC (11-13), fiera specializzata per le aziende che operano nel settore della carta. Si continua ad inizio 2007 con Balnearia (balneazione) e Tirreno CT (turismo), programmate in contemporanea a Tuttocasa (arredamento) che con l’edizione 2007 andrà ad occupare il nuovo padiglione.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui