Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
NORMATIVA

No a quota di edificabilità riservata al Comune

di Rossella Calabrese

Per il CdS si tratta di una forma illegittima di espropriazione

Vedi Aggiornamento del 05/11/2007
Commenti 5102
06/09/2006 - Con la sentenza n. 4833 del 21 agosto scorso, il Consiglio di Stato ha accolto il ricorso dei proprietari di alcune aree edificabili contro un articolo delle N.T.A. del Piano regolatore di Bassano del Grappa in cui si stabilisce, per una data zona, che “una quota del 50% della capacità insediativa totale è riservata al Comune”. Secondo i giudici infatti, una simile previsione appare “preordinata a comprimere in maniera del tutto indiscriminata la potenzialità edificatoria delle aree […] il cui valore viene per ciò solo inevitabilmente ed immediatamente ridimensionato, senza che possa attribuirsi alcun rilievo alle modalità di successiva concreta attuazione degli interventi, che allo stato non risultano ancora determinate”. Si avrebbe in questo modo una forma di espropriazione del tutto atipica, non riconducibile ad alcuna legge vigente in materia. Non esiste infatti una norma “che autorizzi una riserva di proprietà fondiaria alla mano pubblica - come quella prefigurata nella specie - al fine di contenimento dei prezzi, in un’ottica “dirigista” del mercato dei terreni edificabili”. In definitiva, la disposizione contestata va stralciata, dal momento che il Comune può espropriare mediante i piani attuativi, ma non può, invece, “riservarsi” preventivamente l’acquisizione di aree con modalità atipiche come quelle contenute nelle N.T.A.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa