Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
RISULTATI

Giappone: il «Praemium Imperiale» a Frei Otto

di Cecilia Di Marzo

Il riconoscimento va all’architetto pioniere delle tensostrutture

Vedi Aggiornamento del 09/10/2006
Commenti 5137
18/09/2006 – Il Praemium Imperiale , istituito nel 1989, viene conferito dalla Japan Art Association e costituisce il più importante e prestigioso riconoscimento internazionale dedicato al mondo delle Arti. “Le discipline in relazione alle quali viene assegnato sono cinque: pittura, scultura, architettura, musica e teatro/cinema. Gli artisti ricevono il riconoscimento per i risultati conseguiti, per l'influenza che hanno avuto sull'arte a livello internazionale, nonché per il ruolo svolto nell'arricchimento della comunità mondiale. Per enfatizzare la natura internazionale del Praemium Imperiale, la cerimonia di proclamazione dei vincitori avviene contemporaneamente a Roma, Berlino, Londra, Parigi, New York e Tokyo. Ai vincitori viene assegnato un onorario di 15 milioni di yen, un diploma e una medaglia consegnati dal Principe Hitachi, fratello minore dell'Imperatore del Giappone e Honorary Patron della Japan Art Association. I precedenti premi per l’ architettura sono stati assegnati a nomi prestigiosi come: 2005 - Taniguchi Yosiho 2004 - Oscar Niemeyer 2003 - Rem Koolhaas 2002 - Norman Foster 2001 - Jean Nouvel 2000 - Richard Rogers 1999 - Fumihiko Maki 1998 - Alvaro Siza 1997 - Richard Meier 1996 - Tadao Ando 1995 - Renzo Piano 1994 - Cherles Correa 1993 - Kenzo Tange 1992 - Frank Gehry 1991 - Gae Aulenti 1990 - James Stirling 1989 - Ieoh Ming Pei In occasione della cerimonia di premiazione che ha luogo a Tokyo nel mese di ottobre, i cinque premiati, durante la loro permanenza in Giappone, vengono ricevuti in udienza dall'Imperatore e dall'Imperatrice del Giappone. In questa 18ª edizione i riconoscimenti (che consistono in 15 milioni di yen, circa 131mila dollari) vanno per la pittura al giapponese Yayoi Kusama, per la scultura al francese Christian Boltanski, per l' architettura al tedesco Frei Otto , per la musica al compositore americano Steve Reich e per cinema e teatro alla ballerina russa Maya Plisetskaya”. L’architetto Otto, famoso per le tensostrutture con cui ha ricoperto il Villaggio Olimpico e gli impianti sportivi per le Olimpiadi del 1972 di Monaco di Baviera, “si è dedicato alla ricerca di modi e materiali di costruzione leggeri, forme di grandi cellule e conchiglie trasparenti, non imitando la natura, ma progettando con piena adesione alle leggi dell’ecologia, portatrice di un nuovo rapporto tra l’architettura e l’uomo”. Otto è stato più volte insignito di numerosi premi, tra cui: 1967 - Auguste Perret Prize 1974 - Thomas-Jefferson-Medal of the University of Virginia 1980 e 1998 - Aga Khan Awards in Architecture 1990 - Honda Prize for Ecotechnology of the Honda Foundation 1996 - Wolf-Prize from Israel 2005 - RIBA Royal Gold Medal. Per maggiori informazioni sul premio

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui