Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
NORMATIVA Abusi edilizi, a quanto ammonta la multa alternativa alla demolizione?
SICUREZZA

Protezione dall’amianto: in Gazzetta il nuovo decreto

di Rossella Calabrese

0,1 fibre per centimetro cubo di aria il valore limite di esposizione

Vedi Aggiornamento del 25/09/2006
Commenti 5456
13/09/2006 - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 211 dell’11 settembre 2006, il decreto legislativo che attua la direttiva 2003/18/CE relativa alla protezione dei lavoratori dai rischi derivanti dall'esposizione all'amianto durante il lavoro. Il provvedimento modifica il Dlgs 626/1994 inserendo un nuovo titolo: le nuove norme attribuiscono al datore di lavoro l’obbligo di individuare la presenza di amianto prima di iniziare lavori di demolizione o di manutenzione. Se vi è il minimo dubbio sulla presenza di amianto, occorre procedere alla valutazione del rischio e alla notifica all'organo di vigilanza competente. Il datore di lavoro deve poi adottare misure di prevenzione e protezione per ridurre al minimo l'esposizione dei lavoratori alla polvere di amianto; deve inoltre effettuare periodicamente la misurazione della concentrazione di fibre di amianto nell'aria del luogo di lavoro. Il Decreto fissa a 0,1 fibre per centimetro cubo di aria il valore limite di esposizione; il datore di lavoro deve assicurare che nessun lavoratore sia esposto a valori maggiori. Nei casi in cui non è possibile rispettare il valore limite, i lavoratori devono utilizzare adeguati dispositivi di protezione individuali. I lavoratori devono essere informati sui rischi per la salute dovuti all'esposizione e sulle relative norme di protezione. A decorrere dalla data di entrata in vigore del presente decreto sono abrogate le disposizioni di cui al Capo III del Dlgs 277/1991.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui