Carrello 0
Bergamo: corso base Casaclima promosso da cultura&ambiente
AZIENDE

Bergamo: corso base Casaclima promosso da cultura&ambiente

di

In programma il 23 e 24 ottobre. Le iscrizioni sono ancora aperte

04/10/2006 - Con il Dlgs 192/05 dell’8 ottobre 2005, che recepisce la direttiva europea 2002/91/CE, è stata resa obbligatoria la certificazione energetica degli edifici. Tutti i fabbricati realizzati a partire dal 2006 dovranno essere costruiti secondo criteri fissati dal decreto e avere una certificazione energetica ai fini dell’abitabilità. Più del 40% del fabbisogno nazionale di energia è assorbito dalle attività che ruotano intorno al settore edilizio e immobiliare e di questo circa il 70% proviene dal consumo necessario per il riscaldamento invernale e il raffrescamento durante il periodo estivo. In tempi di cambiamenti climatici e di scarsità delle riserve petrolifere, l’inquinamento atmosferico e l’efficienza energetica sono temi ormai alla ribalta dell’attenzione pubblica. Il rapporto tra edilizia abitativa, tutela del clima e protezione ambientale è stato chiamato in causa al punto che a partire da gennaio 2006 tutte le nuove costruzioni e le ristrutturazioni di grandi volumi a livello europeo avranno l’obbligo della certificazione energetica ai fini dell’abitabilità. Il mondo della progettazione e dell’applicazione non è a conoscenza della nuova legge e non ha ancora la preparazione adeguata per poter mettere in pratica i criteri richiesti. I professionisti rischiano sanzioni fino al 70% della parcella qualora non siano applicati in fase di progettazione i criteri del Dlgs 192. Da rilevare, inoltre, il volano economico che i criteri di efficienza energetica riversano sul settore. Ancora prima che il risparmio energetico in edilizia diventasse obbligo di legge, la Provincia autonoma di Bolzano con il progetto Casaclima ha posto in vigore l’obbligatorietà del certificato energetico ai fini dell’abitabilità degli edifici di nuova costruzione, come da Decreto nr. 34 del Presidente della Provincia Autonoma di Bolzano del 29.09.04. Un progetto unico e all’avanguardia che in breve tempo è stato preso d’esempio in tutta Italia e che si può fregiare di essere stato presentato alla conferenza mondiale sul clima lo scorso dicembre a Montreal, Canada, di fronte a oltre diecimila delegati e tremila giornalisti di tutte le nazioni. Padre di Casaclima è Norbert Lantschner, ex direttore dell’Ufficio aria e rumore di Bolzano e ora direttore della neonata Agenzia Casaclima. Fulcro del progetto è l’isolamento termico, tant’è che il certificato Casaclima informa in modo facilmente comprensibile riguardo al fabbisogno termico dell’edificio tramite due sezioni: la classe di isolamento termico e la qualità degli impianti tecnologici. “Investire in una buona coibentazione conviene sempre - ha affermato Lantschner in più occasioni - a fronte di un aumento limitato dei costi di costruzione, si ottengono risparmi nell’ordine dell’80-90% delle spese di riscaldamento. Lo stesso vale per il raffrescamento estivo: l’isolamento termico espleta anche questa funzione”. L’isolamento termico esterno deve chiudere ermeticamente l’involucro dell’edificio: per fare questo vanno utilizzati materiali di assoluta qualità e innovazione. Il corso base di Casaclima per la seconda volta a Bergamo dopo il successo dello scorso aprile tornerà il 23 e 24 ottobre . Un evento che è stato possibile grazie all’impegno del promotore, l’architetto Roberto Sacchi presidente dell’associazione culturale senza scopo di lucro Cultura & Ambiente a Bergamo, con il patrocinio dell’Assessorato dell’Ambiente della Provincia di Bergamo e dal Comune di Bergamo, in collaborazione con la Confartigianato dell’Unione bergamasca, con il Collegio dei geometri e con il consorzio Aclicasa. L’associazione Cultura & Ambiente a Bergamo, che con iniziative culturali e tecniche tende a fornire un valido contributo alla diffusione, alla conoscenza e all’applicazione del pensiero ecologico, ha promosso questo primo corso base di Casaclima invitando i più accreditati relatori e l’ideatore del progetto, Norbert Lantschner, per la formazione di cinquanta tecnici bergamaschi (informazioni e iscrizioni allo 035/238776, culturaeambientebg@libero.it, riferimento architetto Roberto Sacchi). Chi frequenterà il corso riceverà un attestato di partecipazione, rilasciato dalla Provincia autonoma di Bolzano, che sarà un’importante strumento di qualifica per i professionisti del settore. Il corso è stato sponsorizzato anche dalla Dorken Italia, braccio italiano con sede a Bergamo della multinazionale tedesca leader europea nella produzione di teli sottotetto traspiranti, barriere a vapore e membrane alveolari (tutti elementi fondamentali per un isolamento termico ottimale). Da tempo l’azienda persegue la filosofia del risparmio energetico nella creazione dei suoi prodotti. Non solo, tutto il processo industriale – dalla produzione allo smaltimento – sono certificati dall’audit ecologico europeo Emas II. Chi frequenterà il corso riceverà un attestato di partecipazione, rilasciato dalla Provincia autonoma di Bolzano, che sarà un’importante strumento di qualifica per i professionisti del settore. Dörken Italia su edilportale.com Maggiori dettagli sul corso Ufficio Stampa: Francesca Negri Cell. 335 8235588 francescanegri@alice.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati