Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Agibilità, un bypass per gli abusi edilizi?
NORMATIVA Agibilità, un bypass per gli abusi edilizi?
LAVORI PUBBLICI

Terza corsia A14: via libera dal Ministero

L’ampliamento riguarderà un tratto di 171 km nelle Marche

Vedi Aggiornamento del 14/12/2006
Commenti 3840
30/10/2006 - Via libera ai lavori di realizzazione della terza corsia dell’A14, dopo l’assenso odierno, del ministro dell’Ambiente e Tutela del territorio Alfonso Pecoraro Scanio, al documento che valuta l’impatto ambientale dell’opera nel tratto marchigiano. L’intervento consentirà di proseguire l’ampliamento dell’autostrada, già realizzato fino a Rimini Nord, anche in territorio marchigiano, raggiungendo Pedaso, per un totale di 171,41 chilometri. “Siamo molto soddisfatti – ha dichiarato l’assessore alle Infrastrutture della Regione Marche, Loredana Pistelli – per la rapidità con cui si è arrivati alla valutazione positiva da parte del Ministero. Questo, come concordato con la Società Autostrade, nel corso della conferenza di servizio, ci permette di procedere, in tempi brevi, alla valutazione e adozione delle proposte di realizzazione delle bretelle di collegamento dall’autostrada al territorio, per le quali, in questo caso, è competenza della Regione la valutazione dell’impatto ambientale”. “L’assenso giunto dal Ministero, in tempi brevissimi – ha rimarcato l’assessore regionale ai Lavori Pubblici, Gianluca Carrabs – rappresenta un grande risultato, frutto anche della sinergia istituzionale tra Regione e il ministero dell’Ambiente e Tutela del territorio che ha favorito una rapida conclusione dell’iter amministrativo di un’opera di rilevante importanza per le Marche”. La realizzazione della terza corsia avverrà in due distinte fasi: la prima riguarda l’ampliamento nel tratto che va da Ancona sud a Porto San Giorgio, mentre la seconda interesserà tutte le altre tratte. Prevista anche la realizzazione di nuovi caselli: Marina di Montemarciano, Ancona ovest; Porto Sant’Elpidio, Pesaro centro e Fano nord. Fonte: www.regione.marche.it

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui