Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus e SAL, verifiche separate per efficienza energetica e antisismica
NORMATIVA Superbonus e SAL, verifiche separate per efficienza energetica e antisismica
NORMATIVA

Professioni: la bozza di legge del Ministero della Giustizia

di Rossella Calabrese

Tra i principi per la legge di riforma, l’accesso libero alle professioni e il mantenimento degli ordini professionali

Vedi Aggiornamento del 22/04/2008
11/10/2006 - È stata diffusa la bozza di disegno di legge delega in materia di professioni intellettuali predisposta dal Ministero della Giustizia. Ricordiamo che nelle scorse settimane il viceministro alla Giustizia Luigi Scotti ha incontrato i rappresentanti di Ordini e Associazioni professionali per raccogliere indicazioni utili alla redazione del disegno di legge. Il Ministero delega il Governo a disciplinare le professioni secondo alcuni principi, tra cui: l’accesso libero, senza predeterminazione numerica se non per quelle relative a funzioni pubbliche; la possibilità di esercizio in forma individuale o associata; l'obbligatorietà dell'iscrizione all'albo; la possibilità di farsi pubblicità a carattere informativo; l'obbligatorietà dell'assicurazione per la responsabilità civile. Sono mantenuti gli ordini professionali, composti dagli iscritti nei relativi albi, purché attivi nel mercato del lavoro, ed è prevista la possibilità di accorpare quelli di professioni analoghe. Ad essi spetta la tenuta degli albi, la disciplina degli iscritti, dei quali hanno la rappresentanza istituzionale, e la tutela degli interessi pubblici connessi all'esercizio delle professioni. La quota annuale che gli iscritti sono tenuti a versare deve essere commisurata all'espletamento delle attività demandate agli Ordini, i quali devono anche occuparsi della formazione tecnico-professionale degli iscritti e dell'adozione di iniziative rivolte ad agevolare, anche mediante borse di studio, l'ingresso dei giovani nella professione. Il testo indica la necessità di fissare corrispettivi massimi delle prestazioni, ma anche corrispettivi minimi da applicarsi per le prestazioni imposte o oggetto di riserva di competenza. Le associazioni professionali riconosciute hanno – si legge nel ddl - la funzione di dare evidenza ai requisiti professionali degli iscritti e di favorire la selezione qualitativa e la tutela dell'utenza. Quelle la cui attività possa incidere su diritti costituzionalmente garantiti o su interessi generali, possono registrarsi presso il Ministero della Giustizia, previo parere del CNEL. L’ultimo articolo riguarda le società tra professionisti e disciplina la partecipazione dei professionisti iscritti agli albi e dei soggetti non professionisti. Resta intanto confermata per domani 12 ottobre la manifestazione “di protesta e di proposta”, organizzata dal CUP (Comitato Unitario Permanente degli Ordini e Collegi Professionali). Gli Ordini protesteranno contro il Decreto Bersani e presenteranno un proprio schema di disegno di legge di riforma. Lontane da quelle degli Ordini sono, ricordiamo, le posizioni di alcune associazioni di professionisti. Approfondisci

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

Imposta la nazione di spedizione

La scelta della nazione consente la corretta visualizzazione dei prezzi e dei costi di spedizione