Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
NORMATIVA

Fabbricati rurali: aggiornamento catasto terreni

di Rossella Calabrese

Il decreto fiscale avvia una verifica per attribuire le rendite aggiornate

Vedi Aggiornamento del 11/12/2007
Commenti 23228
06/11/2006 - È all’esame del Senato, dopo l’approvazione da parte della Camera, la legge di conversione del decreto fiscale 262/2006 collegato alla Finanziaria. Il testo, significativamente modificato rispetto alla versione del decreto legge, prevede una vasta operazione di controllo sui fabbricati rurali (art. 2 comma 36). L’Agenzia del territorio individuerà i fabbricati iscritti al catasto terreni per i quali siano venuti meno i requisiti per il riconoscimento della ruralità ai fini fiscali, e quelli che non risultano dichiarati al catasto, e notificherà ai titolari la richiesta di aggiornare gli atti catastali. I titolari avranno novanta giorni di tempo dalla data della notifica, scaduti i quali l’Agenzia del territorio iscriverà gli immobili in catasto, a spese dell’interessato, predisponendo le dichiarazioni in conformità al regolamento di cui al decreto del Ministro delle Finanze 19 aprile 1994, n. 701. Le rendite catastali dichiarate o attribuite producono effetto fiscale, in deroga alle vigenti disposizioni, a decorrere dal 1º gennaio dell’anno successivo alla data cui riferire la mancata presentazione della denuncia catastale, oppure, in assenza di tale indicazione, dal 1º gennaio dell’anno di notifica della suddetta richiesta. L’Agenzia del Territorio provvederà a definire le modalità tecniche ed operative per l’attuazione delle disposizioni.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui