Carrello 0
275 progettisti per il Palazzo di Giustizia di Parigi
RISULTATI

275 progettisti per il Palazzo di Giustizia di Parigi

di Cecilia Di Marzo

Massimiliano Fuksas presiede la giuria del concorso

14/11/2006 – Grande partecipazione internazionale al concorso di idee, patrocinato dal Ministero della Giustizia e dal Ministero della Cultura francesi, per la costruzione del Nuovo Palazzo di Giustizia di Parigi a Tolbiac–Halle Freyssinet. Il concorso aperto agli architetti, urbanisti e agli studenti di architettura, ha visto la presentazione di 275 proposte, delle quali 136 nazionali e 139 (il 51%) provenienti dal resto del mondo. Il progetto è teso alla modernizzazione del sistema “Giustizia” nella capitale francese e al miglioramento di questo pubblico servizio per tutti i parigini. Il Nuovo Palazzo di Giustizia, il cui progetto dovrà riutilizzare un elemento del patrimonio industriale parigino, l’area Freyssinet, è stato oggetto di diversi studi in questi ultimi anni. Questo progetto di dimensioni eccezionali e di grande complessità costituisce una sfida evidente nel contesto parigino – ove i terreni scarseggiano – poiché si tratta, non solo di costruire dei grandi edifici, ma anche di erigere un vero “monumento” contemporaneo degno della capitale e portatore di una rinnovata espressione dei valori di giustizia. Obiettivo del concorso è sollevare in Francia e oltre i suoi confini un dibattito sulle tematiche architettoniche e urbane per un progetto giuridico meglio integrato nella città. Si intende dimostrare, inoltre, che una proposta di qualità che tenga conto degli imperativi architettonici e urbani è possibile. La Giuria, presieduta da Massimiliano FUKSAS , si compone di grandi e prestigiosi nomi dell’architettura internazionale: - Christian CLERET , direttore generale del EPPJP di Parigi - Joseph ABRAM , architetto - Josep ACEBILLO , architetto - Yves BOT , avvocato generale nel Tribunale de Giustizia della Comunità Europea - Jean Marie COULON , primo presidente onorario della Corte d’Appello di Parigi - Francis CUILLIER , architetto urbanista - Michel DESVIGNE , paesaggista - Paul GOLDBERGER , professore e critico di architettura - Michèle LELOUP , giornalista - Dominique PERRAULT , architetto - Wolf D. PRIX , architetto - Rudy RICCIOTTI , architetto - Benedetta TAGLIABUE , architetto - Francis TEITGEN , avvocato, decano dell’Ordine degli Avvocati della Corte d’Appello di Parigi - Bernard TSCHUMI , architetto. La Giuria, che si riunirà dal 24 al 26 novembre, attribuirà premi per ciascuna delle due categorie in cui è suddiviso il concorso: tre premi di 40.000 euro ciascuno per architetti e urbanisti e cinque premi di 10.000 euro l’uno per gli studenti di architettura. Sito Ufficiale del Concorso
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati