Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
RISPARMIO ENERGETICO Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
LAVORI PUBBLICI

Tassa sulle gare: abolita sotto i 150 mila euro

di Rossella Calabrese

Dal 1° febbraio prossimo il contributo all’Authority sarà dovuto anche per le gare di servizi e forniture

Vedi Aggiornamento del 02/04/2010
Commenti 9567
15/01/2007 - Dal 1° febbraio prossimo le stazioni appaltanti e le imprese partecipanti alle gare di importo inferiore ai 150.000 euro saranno esonerate dalla tassa dovuta all’Authority. Il contributo sarà però esteso alle gare di servizi e forniture. Lo ha stabilito la stessa Autorità con una delibera del 10 gennaio scorso . Ricordiamo che la Finanziaria 2006 ha disposto che l'Autorità istituisse un contributo a carico dei soggetti sottoposti alla sua vigilanza, per coprire i costi relativi al proprio funzionamento, a seguito dei drastici tagli ai finanziamenti; la tassa, a carico dei partecipanti alle gare pubbliche, delle stazioni appaltanti e delle Soa, è stata istituita nel gennaio 2006 ed è operativa dal 20 febbraio dello scorso anno. Successivamente, il Codice degli appalti pubblici (DLgs 163/2006) ha ampliato le competenze dell’Autorità, ponendo sotto la sua vigilanza una nuova platea di soggetti. Da febbraio l’obbligo del pagamento del contributo riguarderà: le amministrazioni aggiudicatrici, gli enti aggiudicatori, le imprese partecipanti alle gare e le SOA. Scompare la tassa per la fascia di importo fino a 150 mila euro. Gli importi per le fasce successive sono rimasti invariati: per gare da 150 mila a 500 mila euro le stazioni appaltanti pagheranno 150 euro e le imprese 30 euro; da 500 mila a 1 milione di euro le quote saranno di 250 euro per le stazioni appaltanti e di 50 euro per le imprese; da 1 milione a 5 milioni di euro si pagherà 400 euro e 80 euro; oltre i 5 milioni di euro l’Authority incasserà 500 euro dalle stazioni appaltanti e 100 euro da ciascuna impresa partecipante. Per le Soa non cambia nulla: dovranno versare un contributo pari al 2% dei ricavi risultanti dal bilancio approvato relativo all’ultimo esercizio finanziario.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui