Carrello 0
NORMATIVA

Anche gli ingegneri si adeguano al decreto Bersani

di Rossella Calabrese

Il nuovo codice deontologico è in vigore dal 1° gennaio 2007

Vedi Aggiornamento del 27/03/2009
16/01/2007 - Nella seduta del 1° dicembre 2006, il Consiglio Nazionale degli ingegneri ha approvato le nuove norme deontologiche, secondo quanto previsto dall’articolo 2 del DL 223/2006 (convertito nella legge 248/2006). Tra i casi di “illecita concorrenza” vi è l’abuso di mezzi pubblicitari che possano ledere la dignità professionale. Nei rapporti con la committenza privata - si legge al punto 4.4 - è abrogata l'inderogabilità dei minimi tariffari, ricordando però che costituisce illecito disciplinare la violazione dell’art. 2233 del codice civile secondo il quale “in ogni caso la misura del compenso deve essere adeguata all'importanza dell'opera e al decoro della professione”. Il punto 5 riguarda i rapporti con la collettività e il territorio e riconosce nella tutela della vita e nella salvaguardia della salute fisica dell’uomo, importanti valori di cui l’ingegnere deve tener conto nello svolgimento della sua attività professionale. Egli deve inoltre evitare, nei limiti delle sue funzioni, che vengano arrecate alterazioni dell’equilibrio ecologico e danni ai beni culturali, artistici, storici e del paesaggio. Nella propria attività, infine, l’ingegnere deve mirare alla massima valorizzazione delle risorse naturali e al minimo spreco delle fonti energetiche. Ricordiamo che anche architetti e geologi hanno modificato i propri codici deontologici per conformarsi alle nuove disposizioni legislative.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Bonus per la casa, come migliorarli? Leggi i risultati