Carrello 0
NORMATIVA

UNI: 482 nuove norme sugli impianti nel 2006

Commenti 11620

Dalla progettazione ed installazione alle attrezzature e componentistica

Vedi Aggiornamento del 24/05/2007
Commenti 11620
08/02/2007 - A 16 anni dall’emanazione della Legge 46/90 sulla sicurezza degli impianti continua l’impegno dell’UNI sia nella messa a punto e nella pubblicazione delle norme tecniche che stabiliscono lo “stato dell’arte” in materia sia nella divulgazione della cultura normativa tra gli operatori, attraverso seminari di aggiornamento, indispensabile per una reale crescita professionale del settore. Per quanto concerne le norme tecniche, la Legge 46/90 stabilisce che gli impianti devono essere realizzati a regola d’arte e riconosce che gli impianti realizzati in conformità alle norme UNI soddisfano questo requisito. È un approccio legislativo decisamente innovativo e allineato al cosiddetto nuovo approccio europeo, ovvero la strategia politica che prevede una chiara distinzione e complementarietà dei ruoli tra organismi legislativi, che limitano il loro intervento alla definizione di requisiti essenziali generalmente connessi ad aspetti di sicurezza e di incolumità delle persone, e organismi preposti alla normazione volontaria, che stabiliscono gli strumenti normativi (le norme UNI appunto) di attuazione dei principi legislativi. Da cui risulta evidente la grande opportunità per gli operatori di partecipare come protagonisti al processo normativo, per orientarne i contenuti anziché subire a posteriori le decisioni prese dai propri concorrenti. Solo nel 2006 sono state 482 le nuove norme pubblicate dall’UNI nel settore dell’impiantistica: 31 riguardano i principi generali di progettazione, esecuzione, installazione e manutenzione degli impianti, 100 riguardano le attrezzature e la strumentazione, 87 sono sulla componentistica, mentre le rimanenti coprono argomenti di carattere generale comunque riconducibili al campo di applicazione della legge. Gli impianti trattati sono tutti quelli oggetto della 46/90 (a eccezione di quelli elettrici), quindi idrosanitari, a gas, antincendio, di sollevamento, di riscaldamento e di climatizzazione. In totale, le norme UNI sugli impianti sono più di 2000 e offrono pertanto a tutti gli operatori (installatori, progettisti, produttori di sistemi e di componenti) un completo quadro di riferimento per soddisfare il requisiti di legge e anche per tutelarsi da eventuali controversie post-intervento, assicurando la conformità allo stato dell’arte. Per quanto concerne, invece, l’attività divulgativa, anche nel 2006 si è tenuta una serie di seminari di aggiornamento professionale, distribuiti su tutto il territorio nazionale, che hanno visto la partecipazione di diverse centinaia di operatori interessati a investire la propria professionalità nell’aggiornamento normativo. Grazie al patrocinio del Ministero delle Attività produttive, questi corsi prevedono la partecipazione gratuita e la distribuzione, altrettanto gratuita, dei manuali contenenti le principali norme sulle diverse tipologie di impianto di volta in volta considerate. Ci sono pertanto le migliori condizioni per tutti gli attori, non solo installatori, professionisti e imprese, ma anche organismi di normazione e istituzioni, per assicurare la crescita continua del settore dell’impiantistica, non solo dal punto di vista economico ma con lungimiranza dal punto di vista delle competenze e delle conoscenze normative. Fonte: www.uni.com Per ulteriori informazioni: Alberto Galeotto Divisione Costruzioni e-mail: costruzioni@uni.com
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Leggi i risultati