Carrello 0
Apre oggi al pubblico la passerella sospesa sul Grand Canyon
ARCHITETTURA

Apre oggi al pubblico la passerella sospesa sul Grand Canyon

di Roberta Dragone

Una “U” in vetro e acciaio a sbalzo di 21m dal bordo

28/03/2007 - È stata battezzata Skywalk , che significa “passeggiata nel cielo”, e rappresenta senza alcun dubbio uno sbalorditivo esempio di architettura futuristica, se pure fonte di dure critiche da parte di coloro che ne discutono l’impatto sull’ambiente circostante. Si tratta della passerella in vetro e acciaio a forma di “U” che sporge di ben 21 metri dal bordo del Grand Canyon , sospesa ad una altezza di oltre 1200 metri. La avveniristica passerella apre oggi ufficialmente al pubblico, che potrà percorrere la struttura e godere della vista mozzafiato da questa offerta pagando un biglietto di 25 dollari. Il progetto è stato messo a punto dallo studio di Las Vegas MRJ Architects , con la collaborazione di Lochsa Engineering, LLC che ha curato gli aspetti ingegneristico-strutturali. Skywalk è la prima passerella a sbalzo realizzata al mondo che resta sospesa nel vuoto a più di un chilometro di altezza, nonché a 21 metri di distanza dal bordo di un canalone. La struttura in acciaio si presenta a forma di ferro di cavallo, ed è rivestita di 90 tonnellate di vetro rinforzato prodotto in Germania dal gruppo Saint Gobain. Due travi a scatola ed otto colonne in cemento armato fungono da sostegno alla struttura. Alla saldatura delle travi in acciaio è seguito un processo di costruzione noto come “Jack-and-Roll”: la struttura è stata sollevata (jack) dai sostegni e quindi sottoposta per diversi giorni ad approfonditi test che ne hanno valutato la resistenza simulando le condizioni previste con la sistemazione definitiva. Completato il test, la struttura in acciaio è stata spostata in avanti (roll) rispetto al margine del canalone per mezzo di quattro rulli. Raggiunta la ricercata posizione a sbalzo, è stata saldata alle otto colonne di cemento armato e fissata alle fondamenta. La avveniristica passerella è in grado di resistere alla forza del vento fino a 161 chilometri orari, nonché a terremoti di magnitudo 8.0 che si verifichino in un raggio di 80.5 chilometri. È stato inoltre calcolato che il peso sostenibile dalla passerella è pari a quello di 71 Boeing 747, pari ad oltre 32mila tonnellate. La struttura Skywalk include anche un centro visitatori di 560 metri quadrati circa che si sviluppa su tre livelli. All’interno trovano spazio un museo, una sala cinematografica, una VIP lounge, un negozio di souvenir e diversi ristoranti e bar, tra cui il ristorante “Skywalk Café” che offre ai visitatori un panoramico patio all’aperto. Dure le critiche degli ecologisti e di alcune tribù indiane. I primi discutono la deturpazione di uno dei paesaggi naturali più suggestivi al mondo, mentre i secondi vedono nell’ambizioso progetto una “desacralizzazione” della terra dei loro antenati. A dispetto ti tali posizioni, gli indiani Hualapai – proprietari della riserva che ospita la discussa struttura – sperano che la nuova passerella possa attirare il maggior numero possibile di turisti.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati