Carrello 0
Amburgo: posata la prima pietra della Elbe Philarmonic Hall
ARCHITETTURA

Amburgo: posata la prima pietra della Elbe Philarmonic Hall

di Roberta Dragone

Il centro culturale di HafenCity è firmato Herzog & de Meuron

Vedi Aggiornamento del 24/01/2008
18/04/2007 - Iniziano i lavori per la realizzazione di un’onda di vetro sul porto di Amburgo. È stata recentemente posata la prima pietra della Elbe Philarmonic Hall , il futuro centro culturale di HafenCity firmato dallo studio svizzero Herzog & de Meuron . Una scultorea architettura cristallina sorgerà entro il 2010 in cima al blocco in laterizio del Kaiserspeicher, un deposito merci costruito sul fiume Elba negli anni ’60. La realizzazione della Filarmonica dell’Elba rientra nell’ambito dell’ambizioso intervento di sviluppo per HafenCity, un nuovo quartiere con spazi commerciali, residenziali e culturali che entro il 2020 consentirà, con i suoi 19.4 milioni di metri quadrati di superficie, una crescita della città di Amburgo pari al 40%. Una insolita commistione di vecchio e nuovo caratterizza la struttura disegnata dagli architetti svizzeri: la vecchia tradizione del porto si fonde con la nuova identità di HafenCyity. Il progetto si compone di due distinti elementi: una struttura interamente vetrata, incoronata da una serie di “picchi” che disegnano il movimento di onde marine, sembra galleggiare sul massiccio volume di mattoni un tempo magazzino per fave di cacao. L’imponente ed iridescente architettura vetrata cattura i riflessi cangianti del cielo, dell’acqua e della città. Combinando la leggerezza del vetro con la solidità dell’esistente edificio “monolitico”, così come lo descrive Herzog, la struttura risulta composta da due metà, esternamente separate da una terrazza all’aperto che percorre attorno l’edificio ad una altezza di 37 metri. “Si tratta di una nuova piazza pubblica – spiega Herzog – concepita per tutti, non solo per élite”. All’interno del complesso troveranno spazio una sala da concerto con 2150 posti a sedere, una più piccola con 550, un lussuoso hotel, un complesso residenziale ed un parcheggio con 500 posti auto nella struttura sottostante. Dalla piazza i visitatori avranno accesso alla sala da concerto da 2150 posti a sedere attraverso un’ampia scala che i progettisti definiscono un “complesso e cerimoniale percorso” verso il foyer che avvolge la sala filarmonica. Come “strisce galleggianti”, le rampe della scala condurranno alla sala da concerto. Developer del progetto - per il quale è prevista una spesa di 241 milioni di euro - è la società Hochtief, che avrà in gestione il complesso per 20 anni a partire dalla sua ultimazione.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Quanto è equo il compenso dei professionisti? Leggi i risultati