Carrello 0
Aper accetta e rilancia la sfida del ministro dell’ambiente
AZIENDE

Aper accetta e rilancia la sfida del ministro dell’ambiente

di

Maggiore sostenibilità progettuale per non meno di 8.000 mw di rinnovabili al 2020

06/04/2007 - Nel giorno dell’accoglimento del ricorso promosso da APER contro la Regione Sicilia, il Ministro illustra il suo punto di vista sulle rinnovabili Un intervento molto incisivo quello del Ministro per l’ambiente presente ieri al workshop promosso da APER presso la Residenza di Ripetta a Roma, che nel descrivere lo stato di salute delle rinnovabili in Italia ha sottolineato la mancanza di una programmazione nello sviluppo delle infrastrutture energetiche. “L’azione del Ministero da me guidato – ha dichiarato Pecoraro Scanio – verte sulla verifica dello stato di attuazione delle procedure VIA e su un auspicato maggiore coinvolgimento della popolazione interessata nella realizzazione di queste opere”. Pecoraro Scanio si è inoltre dichiarato favorevole alla definizione di obiettivi minimi regionali da raggiungersi con flessibilità e utilizzando tutte le fonti rinnovabili oggi disponibili. Il presidente di APER, l’ing. Roberto Longo, nell’informare il Ministro che l’Associazione si è fatta promotrice presso i propri associati e presso le amministrazioni regionali di azioni volte alla diffusione di uno schema di buona pratica progettuale, ha raccolto la sfida del Ministro a favorire la qualità delle domande relative alle nuove iniziative, chiedendo al tempo stesso che il nostro Governo incoraggi un’esplicita politica energetica per le rinnovabili, attraverso la quale raggiungere gli obiettivi vincolanti definiti in sede comunitaria, equivalenti alla realizzazione di nuovi impianti per almeno 8.000 MW da installarsi entro il 2020. Una dichiarazione di intenti che giunge proprio nel giorno in cui il TAR della Regione Sicilia ha accolto il ricorso promosso da APER e da alcune sue aziende associate contro l’emanazione della circolare che impedisce la realizzazione di impianti eolici a meno di 5 km dal più piccolo centro abitato, un provvedimento riconosciuto ostativo alla diffusione delle fonte rinnovabili e che verrà discusso a luglio. Per ulteriori informazioni: Claudia Abelli Responsabile Comunicazione APER Piazza Luigi di Savoia 24 - 20124 MILANO Tel. (+39) 02 / 7631 9199 Fax (+39) 02 / 7639 7608 Mobile +39 349 1815 891 Sito: http://www.aper.it e-mail: claudia.abelli@aper.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati