Carrello 0
RISPARMIO ENERGETICO

Melegnano (Mi) approva il Regolamento energetico

di Rossella Calabrese
Commenti 7314

Progettare, costruire e gestire gli edifici risparmiando energia

Vedi Aggiornamento del 18/01/2008
Commenti 7314
20/04/2007 - Orientare la progettazione, la costruzione e la gestione degli edifici e degli impianti al minor consumo energetico a parità di prestazioni, all’uso di fonti energetiche rinnovabili (passive, attive ed integrate), e alla riduzione delle emissioni climalteranti ed inquinanti Questi, in sintesi, gli obiettivi del nuovo Regolamento energetico adottato dal Comune di Melegnano (Milano) che risponde agli obblighi derivanti dai recenti provvedimenti legislativi nazionali sull’efficienza energetica degli edifici, dimostrando ancora una volta a propria attenzione verso i problemi energetici risalente agli anni Novanta quando fu adottato uno tra i primi Piani Energetici d’Italia. Il documento appena licenziato dal Consiglio Comunale raccoglie e amplia quelle indicazioni, estendendole a tutti gli interventi edilizi: gli impianti di cogenerazione di quartiere, gli involucri degli edifici, gli impianti di riscaldamento e di raffrescamento, l’illuminazione degli ambienti frequentati dal pubblico, ecc. È suddiviso in sei temi principali: reti, involucro, impianti termici, illuminazione ed apparecchiature elettriche, ciclo d’acqua, integrazione con fonti rinnovabili e 26 schede-azione. Costituisce una sorta di menù, a cui il progettista, costruttore, imprenditore, amministratore potrà far riferimento per compiere le scelte tecnologicamente ed economicamente più coerenti con l’obiettivo di contenere i consumi energetici e ottimizzare sia gli investimenti sia i costi gestione. Il Regolamento Energetico si applica alla progettazione e alla realizzazione di edifici di nuova costruzione e impianti in essi installati, nuovi impianti installati in edifici esistenti, opere di ristrutturazione degli edifici esistenti con le modalità previste dall’art. 3, comma 2, del DLgs 192/2005 modificato dal DLgs 311/2006 e successivi. Il Regolamento costituisce la base per orientare i proprietari, i progettisti e i costruttori nella definizione dei “consumi energetici specifici” e quindi per stabilire a priori, a quale classe di merito (Certificazione Energetica) potrà appartenere il proprio edificio. Le indicazioni prestazionali dovranno accompagnare ogni elaborato fino alla progettazione definitiva ed esecutiva e saranno considerati elemento di valutazione “discriminante” nelle comparazioni tra le diverse soluzioni insediative adottate. Per incentivare la qualità energetica degli edifici il Comune potrà concedere ulteriore volumetria ai costruttori o ai proprietari, secondo quanto riportato nelle singole schede tecniche. Ora il documento è aperto a proposte e suggerimenti da parte dei professionisti; a questo scopo è stato organizzato l’11 maggio prossimo un meeting, l’ultimo di una serie di incontri – nell’ambito del progetto denominato “Melegnano risparmia energia” – con operatori, professionisti, cittadini ed associazioni di categoria per pervenire ad un documento condiviso.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Il programma del Governo Conte bis. Come realizzarlo? Partecipa