Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, proposto tetto di spesa di 130mila euro per la messa in sicurezza antisismica
NORMATIVA Superbonus, proposto tetto di spesa di 130mila euro per la messa in sicurezza antisismica
URBANISTICA

Approvato il nuovo Regolamento LIFE+

Un miliardo e 900 mln di Euro per politica ambientale e comunicazione

Commenti 1899
03/04/2007 - Lo scorso 27 marzo il Parlamento europeo e il Consiglio dell’Unione europea hanno raggiunto un accordo sul nuovo Strumento finanziario per l’Ambiente, la cui dotazione finanziaria ammonta, per il periodo compreso tra il 1° gennaio 2007 ed il 31 dicembre 2013, a poco meno di un miliardo e novecento milioni di Euro. I risultati principali dell'accordo sono i seguenti: 1. Gestione centralizzata del budget del Programma; 2. Ripartizione del 78% del bilancio agli Stati Membri con indicative allocazioni annuali; 3. Il 78% del budget sarà dedicato al cofinanziamento dei progetti, mentre il restante 22% verrà utilizzato dalla Commissione per finanziare le organizzazioni non governative che si occupano della protezione dell'ambiente e per assicurare la diffusione di informazioni e la sensibilizzazione alle tematiche ambientali; 4. Il Programma prevede tre componenti: Natura e Biodiversità; Politica ambientale e Governance; Informazione e Comunicazione; 5. Alla prima componente "Natura e Biodiversità" sarà riservata una quota almeno pari al 50% del budget dedicato ai progetti a livello europeo; 6. Il budget complessivo del Programma comunitario per il periodo 2007-2013 è di 1.894.372.000 Euro (ai prezzi del 2004); 7. Almeno il 15% del budget dedicato ai progetti dovrebbe essere utilizzato per cofinanziare progetti transnazionali; 8. Gli Stati Membri avranno un ruolo attivo nella selezione dei progetti sulla base delle proprie priorità nazionali; 9. La Commissione e gli Stati Membri dovranno assicurare il coordinamento e la complementarietà con gli altri strumenti finanziari a livello comunitario, nazionale e regionale. I progetti che potranno essere cofinanziati da LIFE+ sono i seguenti: a) studi, indagini, elaborazione di modelli e di scenari; b) monitoraggio, incluso quello delle foreste; c) assistenza allo sviluppo di capacità; d) formazione, workshop e riunioni, compresa la formazione degli agenti che partecipano a iniziative di prevenzione degli incendi boschivi; e) collegamenti in rete e piattaforme per le migliori pratiche; f) azioni di informazione e comunicazione, comprese campagne di sensibilizzazione e, in particolare, campagne di sensibilizzazione del pubblico sugli incendi boschivi; g) dimostrazione di approcci strategici, tecnologie, metodi e strumenti innovativi; h) specificamente per la componente "Natura e biodiversità": - gestione del sito e delle specie e pianificazione del sito, incluso il miglioramento della coerenza ecologica della rete "Natura 2000"; - monitoraggio dello stato di conservazione, compresa la definizione di procedure e la creazione di strutture per detto monitoraggio; - sviluppo e attuazione di piani d'azione per la conservazione delle specie e degli habitat; - estensione della rete "Natura 2000" alle aree marine; - acquisto di terreni. Il Regolamento entrerà in vigore, al più tardi, entro luglio e pertanto la prima Call sarà pubblicata probabilmente entro la fine di settembre. Fonte: www.minambiente.it

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui