Carrello 0
NORMATIVA

Agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie

Dall’Ance una Guida aggiornata con le ultime novità legislative

Vedi Aggiornamento del 02/06/2008
04/05/2007 - È stata messa a punto dall’Ance (Associazione Nazionale Costruttori Edili) una Guida alle agevolazioni fiscali per le ristrutturazioni edilizie , che riassume le fattispecie agevolate e agli adempimenti necessari per usufruire delle detrazioni. L’art. 1, comma 387, della legge 296/2006 (Finanziaria 2007) ha prorogato fino al 31 dicembre 2007 l’agevolazione Irpef per gli interventi di recupero degli immobili residenziali, confermando la percentuale di detrazione al 36% (in vigore dal 1° ottobre 2006, mentre sino al 30 settembre 2006 la percentuale di detrazione era pari al 41%). Il limite massimo di spesa su cui calcolare la detrazione, anche per il 2007, è pari a 48.000 euro per ciascuna unità immobiliare; di conseguenza, in presenza di più comproprietari che sostengono le spese, tale limite deve essere ripartito tra gli stessi, in proporzione alle spese da ciascuno effettuate. In sostanza, è stato confermato quanto previsto dal DL 4 luglio 2006 n. 223 (convertito, con modificazioni, nella legge 4 agosto 2006 n. 248), che dal 1° ottobre 2006 al 31 dicembre 2006, aveva ripristinato la percentuale di detrazione in misura pari al 36%, nei limiti di spesa di 48.000 euro per abitazione. In secondo luogo, l’art. l, comma 388, della legge 296/2006 ha confermato, per gli interventi di recupero edilizio effettuati dal 1° gennaio al 31 dicembre 2007, l’ulteriore obbligo, a pena di decadenza dal beneficio, dell’indicazione in fattura del costo della manodopera, già obbligatorio dal 4 luglio 2006 in base all’art. 35, comma 19, del DL 223/2006. Inoltre, tale condizione è stata estesa anche all’applicazione dell’aliquota IVA al 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria sulle abitazioni, benefici confermati per le fatture emesse sino al 31 dicembre 2007. Non sono state invece prorogate le agevolazioni per l’acquisto di unità residenziali poste all’interno di edifici interamente ristrutturati da imprese. Pertanto, tali benefici si applicano solo con riferimento ai rogiti stipulati entro il prossimo 30 giugno 2007, a condizione che i lavori siano stati ultimati entro il 31 dicembre 2006. L’ANCE si è attivata, nelle competenti sedi governative e parlamentari, per richiamare l’attenzione sulla necessità di prorogare i benefici per gli acquisti dei fabbricati ristrutturati da imprese che, tra l’altro, consentono interventi più incisivi idonei a conseguire la sicurezza statica degli edifici. La Guida contiene, inoltre, un paragrafo dedicato alle aliquote IVA applicabili, dal 1° gennaio 2007, agli interventi di recupero del patrimonio edilizio esistente, alla luce del ritorno dell’aliquota IVA del 10% per gli interventi di manutenzione ordinaria e straordinaria delle abitazioni. Fonte: www.ance.it
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati