Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la seconda giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Norme tecniche per le costruzioni: all’esame la nuova bozza

di Rossella Calabrese

Riaperto anche il confronto sulle modifiche al Dpr 380/2001 relative alle costruzioni in zona sismica

Vedi Aggiornamento del 21/11/2007
Commenti 10936
28/05/2007 – Si è tenuta il 23 maggio scorso la prevista riunione tecnica interregionale per l’esame della bozza aggiornata al 24 aprile 2007 delle Norme Tecniche delle Costruzioni. Il Presidente del Consiglio Superiore dei Lavori Pubblici ha nominato una apposita Commissione che avrà il compito di riferire, in sede di assemblea del Consiglio, sul nuovo testo delle Norme Tecniche per le Costruzioni. Nella stessa giornata del 23 maggio si è tenuto un incontro tecnico tra rappresentanti del Governo (Ministero delle Infrastrutture e Dipartimento della Protezione Civile), delle Regioni e degli Enti Locali, per esaminare la proposta, avanzata dalle Regioni nell’estate 2006, di modificare gli articoli 94 e 104 del Dpr 380/2001 (Testo unico dell’edilizia), in materia di controlli sulle costruzioni in zone sismiche. Ricordiamo che l’articolo 94 disciplina l’autorizzazione per l’inizio dei lavori, mentre l’articolo 104 riguarda la denuncia delle costruzioni in corso in zone sismiche di nuova classificazione e i controlli da parte dell’ufficio tecnico competente. Le Regioni chiedono un sistema di controlli che distingua tra le diverse tipologie di costruzioni in ragione del loro diverso grado di rischio, un controllo sistematico per le costruzioni strutturalmente più complesse, e controlli semplificati nei casi di opere meno rilevanti. L’art. 94 prevede che “nelle località sismiche, ad eccezione di quelle a bassa sismicità all’uopo indicate nei decreti di cui all’articolo 83, non si possono iniziare lavori senza preventiva autorizzazione scritta del competente ufficio tecnico della regione”. L’art. 104 prevede invece, nell’attuale formulazione, l’obbligo, per chi abbia iniziato una costruzione in una zona sismica di nuova classificazione, prima dell’entrata in vigore della nuova classificazione, di farne denuncia al competente ufficio tecnico regionale. La proposta prevede l’esenzione da tale obbligo per le strutture ultimate entro i successive 18 mesi, e l’estensione dell’obbligo alle opere pubbliche. Leggi tutto La proposta fa seguito alla sentenza n. 182 del 5 maggio 2006 con la quale la Corte Costituzionale ha dichiarato illegittimi tre articoli della legge regionale della Toscana 1/2005 “Norme per il governo del territorio”: è stato censurato, in particolare, l’articolo 105, che prevede che “Per l’inizio dei lavori non è necessaria l’autorizzazione della struttura regionale competente”. La Corte ha ravvisato in questa norma la violazione dell’art. 94 del Dpr 380/2001. Leggi tutto Nuove riunioni tecniche seguiranno nelle prossime settimane.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui