Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, la riqualificazione globale non può essere un intervento trainato
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, la riqualificazione globale non può essere un intervento trainato
NORMATIVA

Piano casa: linee guida del tavolo di concertazione

di Rossella Calabrese

Tra gli indirizzi il recupero dell’edilizia residenziale pubblica

Vedi Aggiornamento del 19/03/2008
Commenti 6376
24/05/2007 - Il Tavolo di concertazione sulle politiche abitative, istituito dalla legge n. 9 dell’8 febbraio 2007, ha individuato alcune priorità di intervento per trovare soluzioni efficaci per la riduzione del disagio abitativo. Il documento (allegato sotto) elaborato dai componenti del Tavolo (Ministero delle infrastrutture, Ministeri della solidarietà sociale, delle politiche per la famiglia, delle politiche giovanili e le attività sportive, dell’economia e delle finanze, Regioni, ANCI, associazioni degli inquilini, dei sindacati, della proprietà, della cooperazione, delle aziende pubbliche, ANCE) sarà sottoposto al Consiglio dei Ministri in vista del varo del “Piano casa” di recente annunciato dal Governo. Tra gli interventi auspicati vi sono i seguenti: - Utilizzare le risorse rese disponibili dal comma 1154 della Finanziaria 2007, pari a 30 milioni di euro per ciascuno degli anni 2008 e 2009, per la realizzazione dei piani straordinari predisposti dai Comuni (art. 3 della legge 9/2007) nonché per l’acquisto, il recupero e la locazione di alloggi da destinare al sistema dell’edilizia residenziale pubblica. - Recuperare e adattare il patrimonio di edilizia residenziale pubblica non assegnabile perché inadeguato sul piano della dimensione, dei servizi o degli impianti. Il recupero va effettuato nell’arco di sei mesi facendo ricorso a meccanismi di accelerazione anche per le procedure di appalto. - Finanziamento dei programmi regionali e sperimentali immediatamente cantierabili tra cui “20.000 alloggi in affitto” e “Alloggi in affitto per gli anziani degli anni 2000” definanziati con il decreto cosiddetto“taglia-spese”. - Consentire l’immediato utilizzo per edilizia residenziale pubblica sovvenzionata e agevolata di quota parte del consistente patrimonio demaniale, soprattutto militare. Gli interventi, da attuare mediante accordi specifici tra Ministero della Difesa, Agenzia del demanio ed enti locali, potranno favorire anche i processi di riqualificazione dei contesti urbani degradati. - Aumentare la dotazione di alloggi sociali al Sud utilizzando quota dello stanziamento per le “zone franche” (comma 340 della finanziaria 2007). Il Tavolo ha poi indicato le linee guida per la definizione del programma nazionale, che fissano gli obiettivi e gli indirizzi di carattere generale per la programmazione regionale, tra cui l’introduzione del concetto di “edilizia residenziale sociale” che includa quello fino ad oggi utilizzato di edilizia residenziale pubblica. Il Tavolo presenta proposte normative in materia fiscale e per la normalizzazione del mercato immobiliare, tra cui la ridefinizione della fiscalità immobiliare che incrementi l’offerta di alloggi in locazione a canone concordato, e l’introduzione di strumenti innovativi in grado di attrarre investitori privati e istituzionali, e di creare opportunità per realizzare interventi in locazione permanente o a lungo termine. Secondo il Tavolo occorre destinare in misura certa una parte del bilancio statale alle politiche abitative, che consenta a Regioni e Comuni di programmare con continuità. L’impegno finanziario è stimato tra 1,2 e 1,5 miliardi di euro/anno. Il documento riporta, infine, le criticità emerse durante i lavori del Tavolo: l’ipotesi di riduzione o abbattimento dell’Ici sulla prima casa, la revisione degli estimi catastali, l’ipotesi di introduzione di un’aliquota ridotta al 20% sui redditi da locazione, l’imposta di scopo, la dismissione del patrimonio Erp.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa