Network
Pubblica i tuoi prodotti
LIVE NOW
oggi alle ore 16:58
Ricerca e innovazione per case sostenibili, sicure e connesse. 4BILD Just Talk
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, la terza giornata della fiera virtuale dell’edilizia
NORMATIVA

Riforma professioni: domani gli Ordini tecnici alla Camera

di Rossella Calabrese

Intanto il Consiglio Nazionale degli Ingegneri apre il dibattito ad altre componenti della professione

Vedi Aggiornamento del 19/09/2007
Commenti 8843
02/05/2007 - È in calendario per domani alla Camera, presso le Commissioni riunite Giustizia e Attività produttive, l’audizione di rappresentanti di Assoprofessioni, del Comitato unitario per le professioni intellettuali (CUP - settore sanitario e tecnico) e di Confprofessioni, in relazione all’esame dei progetti di legge in materia di riforma delle professioni. Potrebbe arrivare presto in Parlamento anche la proposta di legge di iniziativa popolare presentata dal CUP depositata circa un mese fa. Leggi tutto E proprio su questa iniziativa è da registrare la posizione di Federprofessioni che, con un comunicato stampa “rigetta l’iniziativa del Comitato Unitario delle Professioni, che rappresenta solo se stesso, sul disegno di legge di iniziativa popolare sulla riforma delle professioni intellettuali. Nessuna iniziativa del CUP è da prendere in considerazione in quanto contraria ad ogni norma costituzionale che garantisce il libero lavoro a chiunque”. “Non vorremmo che si premiassero quelli che hanno creato “lobby” e “nicchie professionali” a discapito di quelli che hanno difeso il diritto alla professione dopo un’adeguata formazione professionale. Piuttosto che perorare la causa della “non liberalizzazione” sarebbe più opportuno per il CUP unitamente alla nostra sigla sindacale, pensare di redigere una relazione idonea ad eliminare i casi di incompatibilità, di trasparenza e di conflitti d’interesse”. Sempre domani si terrà a Roma una Conferenza stampa del Consiglio Nazionale degli Ingegneri , indetta dal nuovo Presidente del CNI, Paolo Stefanelli. “L’attuale fase di epocale cambiamento che sta investendo le professioni in generale e più ancora gli ingegneri – si legge nel comunicato – ha indotto il CNI a convocare con un iniziativa totalmente nuova nella storia della Categoria, tutte le voci che animano la variegata composizione della rappresentanza degli ingegneri per fare il punto della situazione ed individuare, tutti assieme, quali vie di percorso assumere in questo cruciale momento di trasformazione e di crescita degli ingegneri italiani”. L’idea è quella di allargare l’ambito ordinistico per ascoltare, oltre agli Ordini provinciali, le altre componenti della professione: i sindacati, le associazioni culturali, l’ente di previdenza, l’università, le rappresentanze giovanili e studentesche. L’obiettivo indicato da Stefanelli è quello di individuare soluzioni innovative e condivise, rafforzando ed allargando, anche in termini di comunicazione, il raccordo con la base degli ingegneri e con l’opinione pubblica in generale. Al centro dell’incontro saranno la riforma delle professioni, la concorrenza, la formazione universitaria, l’aggiornamento e la sicurezza dei cittadini, tema sul quale gli ingegneri sono impegnati in prima linea. Il confronto riguarderà, inoltre, argomenti strategici per il Paese – energia, trasporti ed innovazione – che coinvolgono a vario titolo direttamente e profondamente gli ingegneri nella sfida competitiva del sistema Italia.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui