Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
RISPARMIO ENERGETICO Al via Edilportale Live Talk, la nuova serie sulle novità tecnologiche per l’abitare
RISPARMIO ENERGETICO

Strumenti per la promozione della sostenibilità in edilizia

di Rossella Calabrese

Itaca in cerca di un ente pubblico. Le iscrizioni entro il 6 agosto

Vedi Aggiornamento del 02/05/2008
Commenti 5276
25/06/2007 – La Regione Marche e ITACA (Istituto per la trasparenza degli appalti e la compatibilità ambientale) bandiscono un concorso per la selezione di un partner pubblico che dovrà collaborare alla realizzazione del progetto di ricerca “Strumenti per la promozione della sostenibilità in edilizia – banca dati dei materiali di riferimento per costruzioni ad elevata prestazione ambientale”. Alla selezione possono partecipare soggetti totalmente pubblici, in forma singola o associata tra loro, operanti stabilmente nel campo della ricerca (come Università, enti, istituti, società di ricerca con capitale totalmente pubblico). Le domande di partecipazione vanno presentate entro le ore 13.00 del 6 agosto 2007 . L’oggetto della ricerca è diviso in due fasi: la prima fase consisterà nella creazione di una banca dati dei materiali di riferimento per costruzioni a elevata prestazione ambientale); la seconda fase nella redazione di un prezzario, un capitolato tipo di materiali/lavorazioni ad alta prestazione ambientale e di un’analisi economica degli stessi. La prima fase (banca dati dei materiali di riferimento per costruzioni a elevata prestazione ambientale sarà così articolata: 1. stesura elenco di riferimento dei materiali da costruzione: in base ai prezzari/capitolati regionali attualmente utilizzati, realizzazione dell’elenco di riferimento dei materiali da costruzione oggetto dell’attività di valutazione della qualità ambientale. 2. analisi delle banche dati LCA sulle prestazioni ambientali dei materiali da costruzione e delle certificazioni EPD, in base a interrogazioni di banche dati LCA sviluppate anche in altre nazioni. Confronto con altre informazioni esistenti in merito alle prestazioni ambientali dei materiali, anche attraverso la raccolta di dati in possesso dei produttori; 3. sviluppo del sistema di valutazione della sostenibilità ambientale dei materiali: definizione di una metodologia per la valutazione della sostenibilità dei materiali attraverso: - definizione di criteri e relativi indicatori da impiegare nelle attività di valutazione della qualità ambientale dei materiali e della metodologia esplicativa per il calcolo degli indicatori; - definizione oggettiva del livello di qualità ambientale di ogni materiale analizzato, sviluppata per ogni criterio di valutazione; 4. Verifica della metodologia prevista e apporto di eventuali modifiche ed integrazioni alla stessa necessarie per la eventuale riprogettazione e la messa a punto del sistema di valutazione definitivo; 5. valutazione della prestazione ambientale dei materiali da costruzione e attribuzione a ogni materiale della valutazione di qualità ambientale e delle soglie di prestazione ambientale per valutarne l’inclusione nel prezzario e capitolato; 6. definizione delle soglie di prestazione, tramite il confronto tra le diverse prestazioni dei materiali, e classificazione dei materiali in base alle soglie, La seconda fase (redazione di un prezzario, un capitolato tipo di materiali/lavorazioni ad alta prestazione ambientale e di un’analisi economica degli stessi) consisterà in: 7. stesura delle voci di un prezzario tipo una volta identificati i materiali idonei; 8. Verifica della sostenibilità economica complessiva nel processo edilizio anche in riferimento agli effettivi risparmi derivati dall’utilizzo dei materiali sostenibili, attraverso l’analisi economica dei prodotti relazionata alle prestazioni ambientali degli stessi. Il fine è di giungere ad un confronto anche economico fra prodotti diversi aventi lo stesso utilizzo, per derivare la sostenibilità anche economica delle costruzioni ecocompatibili ed analizzare i possibili risparmi ottenibili nel tempo, nonché il bilancio ambientale delle costruzioni sostenibili anche attraverso l’applicazione a casi concreti. 9. stesura del capitolato tipo per la edilizia sostenibile; 10. diffusione attraverso attività di comunicazione per la diffusione dei risultati.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui