Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI

Toscana, pubblicata la nuova legge sugli appalti

di Rossella Calabrese

Introdotte norme rigorose in materia di sicurezza e tutela dei lavoratori

Vedi Aggiornamento del 04/09/2008
Commenti 7314
30/08/2007 - È stata pubblicata sul bollettino n. 20 del 18 luglio scorso, la nuova legge regionale toscana n. 38 del 13 luglio 2007 “Norme in materia di contratti pubblici e relative disposizioni sulla sicurezza e regolarità del lavoro”. Grande attenzione è stata posta al tema della sicurezza, cui è dedicato il Capo III della legge. Di seguito alcune delle disposizioni più innovative. Nella valutazione delle offerte, le stazioni appaltanti devono tener conto, oltre ai criteri previsti dal Codice degli appalti (Dlgs 163/2006) anche delle misure per la sicurezza e la salute dei lavoratori (art. 14). Nella determinazione dell’importo a base di gara, va tenuto conto dei costi della sicurezza e della manodopera, che non possono essere inferiori a quelli previsti dai contratti collettivi nazionali, mentre nella valutazione delle offerte le stazioni appaltanti devono verificare la congruità dell’incidenza dei costi della manodopera e della sicurezza; qualora tali costi risultino non congrui, non si procede all’aggiudicazione definitiva (art. 15). Requisito indispensabile per l’aggiudicazione definitiva è il possesso del documento unico di regolarità contributiva (DURC) e la permanenza della regolarità contributiva ed assicurativa dell’impresa appaltatrice è necessaria per ottenere i pagamenti. Il DURC deve comprendere la verifica della congruità dell’incidenza della manodopera relativamente al cantiere interessato dai lavori (art. 17). La stazione appaltante verifica anche la puntualità dell’impresa in ordine al pagamento delle retribuzioni al personale impiegato nell’esecuzione dell’appalto; in caso di ritardo da parte dell’impresa, la stazione appaltante paga direttamente i lavoratori, detraendo il relativo importo dalle somme dovute all’impresa appaltatrice (art. 18). Violazioni degli obblighi assicurativi, previdenziali e relativi al pagamento delle retribuzioni, sono inserite tra le cause di risoluzione del contratto, oltre alle violazioni in tema di sicurezza e “lavoro nero” (art. 19). È previsto il divieto di subappalto in favore delle imprese che hanno partecipato alla gara; gli oneri relativi alla sicurezza non sono soggetti a riduzione in sede di subappalto e vanno evidenziati separatamente nel contratto. Il subappaltatore è tenuto a predisporre un documento integrativo del documento di valutazione dei rischi. Infine le stazioni appaltanti devono limitare il ricorso al subappalto alle attività che rivestono carattere di specializzazione nelle categorie di riferimento (art. 20). Per lavori di importo superiore a 5 milioni di euro, è prevista la presenza in cantiere di un tutor con funzioni di assistenza formativa ai lavoratori ed alle imprese per la progettazione della sicurezza (art. 22). Da segnalare, infine, l’art. 36 che impone alle stazioni appaltanti l’utilizzo, per l’aggiudicazione, del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa, ad esclusione dei casi nei quali la natura dell’appalto non lo consente. In sede di valutazione dell’offerta, le stazioni appaltanti devono tener conto anche di elementi di sostenibilità ambientale, quali il risparmio energetico, l’utilizzo di tecniche innovative ed ecocompatibili per l’approvvigionamento e lo smaltimento dei materiali, l’utilizzo di materiali riciclati, l’introduzione di elementi di bioedilizia e di tecniche di ingegneria naturalistica. Va valutata anche la natura del contratto dei lavoratori e le misure per l’inserimento di persone disabili, di disoccupati e di lavoratori in cassa integrazione.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa