Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
LAVORI PUBBLICI Sblocca Cantieri, ecco l’elenco delle opere prioritarie
NORMATIVA

Nuovo correttivo al Codice Ambiente: disponibile il testo

di Rossella Calabrese

Il provvedimento accorpa il secondo e il terzo decreto correttivo, relativi a VIA e VAS, rifiuti e rocce da scavo

Vedi Aggiornamento del 13/02/2008
Commenti 15725
19/09/2007 – Pubblichiamo lo schema del nuovo decreto correttivo del Codice dell’Ambiente (Dlgs. 152/2006), approvato dal Consiglio dei Ministri il 13 settembre scorso. Si tratta, come anticipato in un precedente articolo ( leggi ), di un nuovo testo che unisce i contenuti del secondo e del terzo correttivo del Codice e che modifica la vigente disciplina in materia di valutazione di impatto ambientale e di smaltimento dei rifiuti. La fusione dei due schemi di decreto è stata motivata dal fatto che il secondo decreto correttivo - approvato dal Consiglio dei Ministri il 12 ottobre 2006, poi dalla Conferenza Stato-Regioni e dalle commissioni di Camera e Senato - è stato nuovamente approvato dal Governo il 27 luglio scorso, ma è stato trasmesso alle Camere per il secondo parere alcuni giorni dopo il termine previsto dalla legge delega; questo ritardo ne ha causato la decadenza. Il provvedimento è ritornato dunque al punto di partenza “agganciando” il terzo decreto correttivo che nel frattempo aveva iniziato il proprio iter con l’approvazione nel Consiglio dei Ministri del 27 luglio 2007. Il nuovo decreto integra la parte prima del Codice, introducendo norme sulla produzione del diritto ambientale, sull’azione ambientale e sullo sviluppo sostenibile; sostituisce la parte seconda, relativa alle procedure per la Valutazione Ambientale Strategica (VAS), per la Valutazione dell’Impatto Ambientale (VIA) e per l’autorizzazione integrata ambientale (IPPC). Queste modifiche erano contenute nel terzo correttivo. Vengono poi modificate le parti terza e quarta del Codice in tema di scarichi idrici, rifiuti, materie prime secondarie, sottoprodotti e terre e rocce da scavo (norme contenute nel secondo correttivo). Le prime modifiche al Codice sono state apportate dal primo decreto correttivo, il Dlgs. 284/2006 .

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Superbonus 110%, lo conosci davvero? Scoprilo con il quiz! Partecipa