Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus 110%, pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus 110%, pubblicata la circolare dell’Agenzia delle Entrate
ARCHITETTURA

Ultimato il New Museum Contemporary Art di New York

di Roberta Dragone

Il nuovo museo è firmato da Sejima + Nishizawa/SANAA

Commenti 6124
29/10/2007 – È in programma il prossimo 1° dicembre a New York l’inaugurazione del New Museum Contemporary Art , il primo museo della città dedicato esclusivamente all’arte contemporanea. Il progetto porta la firma degli architetti Kazuyo Sejima e Ryue Nishizawa dello studio giapponese SANAA . La nuova struttura accoglie, su una superficie complessiva di oltre 5500 metri quadrati distribuiti su sette livelli (più due interrati), gallerie espositive, un teatro, spazi per la formazione, un museum store, una caffetteria, e terrazze all’ultimo piano per ospitare eventi. L’edificio si compone di una serie di scatole accatastate l’una sull’altra che, irregolarmente sfalsate rispetto all’asse verticale, danno forma ad una dinamica composizione. Si tratta di una scelta progettuale finalizzata a trasmettere lo spirito della costante dinamicità che contraddistingue l’arte che trova spazio all’interno della struttura; nonché a garantire massima luminosità degli spazi interni. “Abbiamo cercato di far slittare le scatole – spiegano gli autori del progetto - per rendere gli spazi interni più accoglienti ed aperti, e per creare una maggiore possibilità di passaggio di luce naturale”. I tre piani destinati ad ospitare le gallerie principali si presentano infatti come suggestivi spazi aperti, liberi da pilastri. Il rivestimento esterno è realizzato con una struttura retiforme in alluminio anodizzato argento, interrotta da finestre e lucernari che consentono lo sguardo sulla città. Per le gallerie espositive i progettisti hanno scelto pareti bianche e pavimentazione in cemento.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui