Carrello 0
AZIENDE

Tutto pronto a MADE expo per accogliere il meglio dell’edilizia, dell’architettura e del design internazionale

di
Commenti 2106

Commenti 2106
30/10/2007 - MADE expo è il nuovo, principale appuntamento espositivo italiano e internazionale dedicato all’ edilizia , all’ architettura e al design , che aprirà per la prima volta le porte dal 5 al 9 febbraio 2008, presso il modernissimo quartiere fieristico di Milano-Rho . A meno di quattro mesi dal debutto, MADE expo conta già più di 1.100 adesioni e circa 100.000 metri quadrati di esposizioni, preannunciandosi come un evento di portata internazionale, occasione per presentare tutti i prodotti più innovativi del sistema delle costruzioni e momento di dialogo e confronto tra le aziende e le istituzioni. Dopo il successo registrato con “Luci dalla città del futuro” , il progetto di MADE Expo a sostegno della candidatura di Milano all’Expo 2015, che nelle notti del 22, 23 e 24 ottobre ha illuminato il capoluogo lombardo, il calendario di MADE expo si preannuncia fin da ora ricco e variegato. Un convegno internazionale dell’architettura , che coinvolgerà i nomi del progetto e delle costruzioni, inaugurerà il 5 e il 6 febbraio 2008 la prima edizione di MADE expo. Skin, mostra-percorso allestita durante i giorni della manifestazione , presenterà le ultime realizzazioni firmate dai più illustri architetti nazionali, per scoprire le declinazioni dell’architettura nelle diverse culture del mondo, e accompagnerà il visitatore in un viaggio in dieci metropoli portatrici di differenti suggestioni architettoniche. Circa 100 gli incontri organizzati per tutta la durata della fiera dalle associazioni e dalle organizzazioni di categoria, oltre che da centri di ricerca e università. Un ciclo di incontri previsti all’Urban Center, a partire dal 26 novembre, avrà il compito di promuovere la manifestazione, coinvolgendo gli architetti Kengo Kuma, Iñaki Abalos e François Roche, che porteranno il loro contributo e la loro esperienza. Una nuova manifestazione fieristica, quindi, ma non solo. MADE expo è infatti prima di tutto un progetto, innovativo nel contenuto e nella formula. Protagonista indiscussa dell’evento è l’intera filiera di tutto il sistema dell’edilizia, dal progetto ai servizi, per offrire una visione globale dell’offerta che tuttavia mantiene le specificità dei singoli comparti, valorizzando allo stesso tempo le soluzioni più innovative e la ricerca tecnologica degli espositori. “Come sede della fiera abbiamo scelto strategicamente Milano, la città che riveste un posto centrale nel panorama mondiale dell’architettura – spiega Andrea Negri, presidente di MADE Eventi. È qui che nel prossimo futuro si svilupperà il maggiore lavoro per tutte le componenti del settore e qui abbiamo voluto trasferire la nostra attenzione con un evento specifico, nuovo e globale”. MADE expo raccoglie l’eredità di Saiedue, ma ne supera il concetto, senza sacrificare la tradizione sviluppata dalla manifestazione in 26 anni di storia. “ Abbiamo infatti voluto coinvogliare in questa nuova manifestazione fieristica l’attenzione dell’intero mondo del progetto e delle costruzioni , coinvolgendo massicciamente le realtà che ruotano intorno all’edilizia pesante - commenta Giulio Cesare Alberghini, amministratore delegato di MADE Eventi - per realizzare una grande rassegna in cui materie prime tradizionali e innovative, componenti, facciate, strutture, finiture, soluzioni di design si affiancano a giornate di convegni e workshop per progettisti, imprese, operatori specializzati, stampa e centri di formazione. MADE expo sarà quindi un’occasione di confronto culturale, oltre che una finestra per le aziende, per consolidare le posizioni sul mercato nazionale, per essere competitive e protagoniste a livello internazionale”. “Ciò che offriamo alle aziende, che già sentivano l’esigenza di un progetto espositivo nuovo dalla propensione internazionale, è una nuova sfida - prosegue il presidente Negri. Il successo, dimostrato dal numero di adesioni ad ora e dalla quantità di convegni in calendario, concretizza nuove opportunità di sviluppo. E questo vale sia per le imprese che hanno sul mercato interno la propria specificità sia per quelle invece che si proiettano verso realtà internazionali, che solo Milano può garantire. Proprio Milano, il principale centro economico italiano, sono certo che costituirà un vantaggio in termini economici e di richiamo”. Sono questi i principali punti strategici intorno ai quali ruota MADE expo, che si uniscono a una matrice espositiva altrettanto innovativa, che prevede una suddivisione per aree tematiche, all’interno delle quali si articolano singoli Saloni specialistici, riuniti nella formula di Federazione di Saloni. Tale suddivisione consente all’operatore specializzato di orientarsi con facilità nell’ampia vetrina espositiva. A ciò si aggiunga inoltre il patrimonio di Europolis, i Saloni delle tecnologie per vivere la città , che si inserisce in MADE expo con il Salone dell’impiantistica sportiva, della Piscina, del Fitness e dell’Arredo Urbano. MADE expo vanta il supporto delle organizzazioni di categoria, fondamentale per fare massa critica nell’intero sistema e presso le istituzioni, altro importante interlocutore con cui il nuovo evento milanese vuole dialogare in tema di gare, appalti, normative. “Federlegno-Arredo ha creduto con forza nel progetto MADE expo, ne è fautore e promotore - spiega Roberto Snaidero, presidente di Federlegno-Arredo - e lo ritiene una grande opportunità per lo sviluppo dell’intero sistema del progetto e delle costruzioni che la fiera fa dialogare. Una grande opportunità anche per i settori della filiera legno coinvolti, che potranno trovare in MADE expo un’ideale vetrina commerciale e uno spazio di studio e aggiornamento allo stesso tempo”. “Un buon esempio di come UNCSAAL si stia impegnando per fare di MADE expo una fiera che interpreti in modo nuovo il proprio ruolo di partner fondamentale dei nostri sistemi industriali è il progetto “Luci dalla città del futuro”, che abbiamo messo in questi giorni a disposizione del Comitato per l’Expo 2015 - dichiara il presidente di Uncsaal Libero Ravaioli. I cantieri di City Life, Porta Nuova, Bovina Gasometri e dell’altra sede della Regione, con il sito della Fiera Milano, sono infatti alcune delle grandi opere che cambieranno il volto di Milano nei prossimi anni, ma già oggi rappresentano una specie di fiera aperta in città. Una fiera aperta che, come MADE expo, mostra e mostrerà il meglio che la progettazione architettonica, le tecnologie dell’involucro edilizio e le soluzioni di design possono offrire da qui all’immediato futuro per il vivere e per l’abitare nel nostro paese. Per questo abbiamo voluto anticiparle, costruendole con la luce, proprio come fossero una prima grande anteprima di quante soluzioni e di quante proiezioni verso il futuro MADE expo metterà a disposizione di chi progetta, di chi costruisce, di chi amministra, già a partire da febbraio 2008”. Intensa l’attività di comunicazione che ha caratterizzato i mesi precedenti e che sarà incrementata nel periodo che precede l’evento. Al fine di coinvolgere operatori qualificati da tutto il mondo, che potranno trovare a Milano il punto di riferimento del settore delle costruzioni, proseguono infatti iniziative mirate e una massiccia campagna promozionale in Italia e all’estero con circa 400 uscite pubblicitarie, sui media specializzati, 528 spot su emittenti radiofoniche e una pianificazione dettagliata sui principali quotidiani italiani, oltre ad azioni mirate ad una mailing di oltre 300.000 operatori specializzati.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
Lucernari e cupole per illuminare dall'alto, quali usi nei tuoi progetti? Partecipa