Carrello 0
Albaredo d’Adige: idee per un centro servizi per anziani
CONCORSI

Albaredo d’Adige: idee per un centro servizi per anziani

di Cecilia Di Marzo

Concorso per una casa per anziani non autosufficienti

30/10/2007 - La Casa di Riposo “Villa Grassi Perosini” nel Comune di Albaredo d’Adige (VR) indice un concorso di idee per uno studio di fattibilità per la realizzazione di una casa per anziani non autosufficienti da erigersi tra le vie Bagnoli e Teiolo in Comune di Albaredo d’Adige e il fiume Adige su un’area di circa 20.000 mq. Il bando ha per oggetto lo sviluppo, in un'unica fase progettuale, di una proposta a livello di fattibilità mirata a soddisfare le esigenze di accoglimento di 60 ospiti non autosufficienti. Accanto a tale struttura con i servizi annessi potranno essere previsti: • un centro poliambulatoriale • un centro a funzionalità diurna • la possibilità di estendere la costruzione comunque, in termini coerenti alla programmazione regionale e ai vincoli esistenti. La Casa di Riposo “Villa Grassi Perosini”, ha la disponibilità di un terreno di circa 20.000 mq tra le vie Bagnoli e Teiolo e il fiume Adige in corso di riclassificazione in ZONA F 2/4 (aree di interesse comune). L’area è stata valutata dal punto di vista della compatibilità idraulica ai sensi della D.G.R.V. n. 3637 del 13 12 2000 che analizza il comparto di urbanizzazione come zona C2B/1 geomorfologicamente individuando l’opera e garantendo quindi l’ammissibilità dell’intervento. Scopo prioritario del concorso è di acquisire idee per la costruzione del complesso in un quadro di elevata componente architettonica che consenta comunque la minimizzazione dei costi di costruzione e di gestione con proposte di soluzioni tecnologiche innovative anche nel campo del risparmio energetico. Sarà, pertanto, privilegiata la formulazione di proposte qualitativamente elevate da parte dei progettisti sul tema di scelte architettoniche, di organizzazione e qualificazione del complesso da costruire. Anche le proposte sui tempi di realizzazione avranno il loro significato. Fra tutte le proposte che perverranno, lo scopo è di individuare quella che, a giudizio insindacabile della Commissione Giudicatrice, presenta il maggior grado di interesse, sia per la soluzione che per le modalità di approccio al problema, rispetto ai seguenti obiettivi: 1) creazione di una nuova struttura garantendo che gli spazi interni abbiano un preciso scopo ai fini degli obiettivi proposti; 2) che sia garantita la migliore qualità della vita degli ospiti in osservanza degli standard previsti dal Reg. Regionale n. 8 e dalla L.R. 22/2002; 3) che siano possibili adeguati risparmi nella gestione utilizzando tecniche innovative 4) che possa essere previsto un ampliamento della struttura nel tempo attraverso una flessibilità che eviti interventi di raccordo. Il concorso si concluderà con l’attribuzione del primo premio al vincitore, cui sarà attribuito un premio di € 10.000.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Leggi i risultati