Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
LAVORI PUBBLICI Subappalto con tetto al 40% e manutenzioni su progetto definitivo, tutto resta com’è
NORMATIVA

Piano casa: le risorse nel decreto fiscale pubblicato su GU

di Rossella Calabrese

Finanziata la prima fase del programma straordinario di edilizia residenziale pubblica

Vedi Aggiornamento del 20/06/2008
Commenti 15419
04/10/2007 - È stato pubblicato sulla Gazzetta Ufficiale n. 229 del 2 ottobre scorso, il decreto legge n. 159 del 1° ottobre 2007 collegato alla Finanziaria per il 2008 . Tra le numerose misure previste dal cosiddetto decreto fiscale, c’è l’avvio del programma straordinario di edilizia residenziale pubblica. L’articolo 21 prevede che nei comuni di cui all'articolo 1, comma 1, della Legge n. 9 dell’8 febbraio 2007 (capoluoghi di provincia, comuni con essi confinanti con popolazione superiore a 10.000 abitanti e comuni ad alta tensione abitativa), al fine di garantire il passaggio da casa a casa delle categorie sociali soggette a sfratto e di ampliare l'offerta di alloggi in locazione a canone sociale per coloro che sono utilmente collocati nelle graduatorie approvate dai comuni, è finanziato, nel limite di 550 milioni di euro per l'anno 2007, un programma straordinario di edilizia residenziale pubblica. Tale programma è finalizzato in primo luogo al recupero e all’adattamento funzionale di alloggi di proprietà degli ex IACP o dei comuni, non occupati, all'acquisto o alla locazione di alloggi, e all'eventuale costruzione di nuovi alloggi, da destinare prioritariamente a soggetti sottoposti a procedure esecutive di rilascio in possesso dei requisiti di cui all'articolo 1 della legge 9/2007 e diretto a soddisfare il fabbisogno alloggiativo individuato dalle regioni e province autonome sulla base di elenchi di interventi prioritari e immediatamente realizzabili, con particolare riferimento a quelli ricompresi nei piani straordinari di cui all'articolo 3 della stessa legge e in relazione alle priorità definite nel tavolo di concertazione generale sulle politiche abitative. Le regioni e province autonome hanno 20 giorni di tempo, dall’entrata in vigore del decreto fiscale, per trasmettere al Ministero delle infrastrutture e a quello della solidarietà sociale i suddetti elenchi di interventi prioritari; entro 30 giorni dall’entrata in vigore del decreto fiscale, i Ministeri delle infrastrutture e della solidarietà sociale individuano gli interventi prioritari e immediatamente realizzabili, sulla base degli elenchi suddetti e definiscono le modalità di erogazione dei stanziamenti. L’articolo 41 prevede la costituzione, tramite l’Agenzia del Demanio, di una società di scopo per promuovere la formazione di strumenti finanziari immobiliari a totale o parziale partecipazione pubblica, per l’acquisizione, il recupero, la ristrutturazione, la realizzazione di immobili ad uso abitativo. Sarà possibile utilizzare, d’intesa con le regioni e gli enti locali, i beni di proprietà dello Stato o di altri soggetti pubblici. Il fine è quello di incrementare il patrimonio immobiliare destinato alla locazione di edilizia abitativa, con particolare riguardo a quello a canone sostenibile nei comuni soggetti a fenomeni di disagio e alta tensione abitativa. È autorizzata, per l'anno 2007, la spesa massima di 150 milioni di euro.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui