Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
TECNOLOGIE Edilportale Digital Forum, apre oggi la prima fiera online dell’edilizia
NORMATIVA

Professioni: presentato il nuovo disegno di legge

di Rossella Calabrese

Nella proposta Mantini-Chicchi forme specifiche di formazione permanente ed equo compenso per i tirocinanti

Vedi Aggiornamento del 22/04/2008
Commenti 19545
30/10/2007 - È stata presentata alle Commissioni Giustizia e Attività Produttive della Camera la proposta di legge di riforma delle professioni intellettuali elaborata dai deputati Mantini e Chicchi, sulla base del lavoro svolto dal Comitato ristretto. All’articolo 4 la bozza di legge prevede che i Consigli nazionali delle categorie professionali attualmente organizzate in ordini e collegi adottino il nuovo ordinamento di categoria, nel rispetto di alcuni principi specifici , tra cui: - specificazione del ruolo degli ordini professionali a tutela dei cittadini utenti anche attraverso forme di convenzionamento con le associazioni dei consumatori; - previsione di forme specifiche di formazione permanente, anche attraverso un sistema di crediti, con un monte ore comunque non inferiore a 60 ore annuali; - riconoscimento della pubblicità informativa sui requisiti soggettivi e i contenuti delle prestazioni professionali offerte; - obbligo di concordare preventivamente con il cliente il prezzo, in relazione ai contenuti, le modalità e i tempi prevedibili delle prestazioni professionali; - riconoscimento del diritto all’equo compenso dei praticanti, della riduzione del periodo di tirocinio, della semplificazione dell’esame di Stato con la previsione che i componenti delle commissioni giudicatrici non possono essere in maggioranza appartenenti all’ordine professionale della sede territoriale in cui si svolge l’esame. È prevista l’istituzione dell’ Ordine dei Tecnici Laureati per l’Ingegneria nel quale confluiranno, oltre ai laureati triennali in Ingegneria, anche Geometri, Periti Agrari e Periti Industriali. Appositi decreti definiranno le modalità per la costituzione e per l’accesso al nuovo Ordine (art. 5). La proposta di legge disciplina la composizione del Consiglio nazionale dell'Ordine e degli Ordini territoriali e i rispettivi compiti (artt. 8-12). L’articolo 13 e seguenti dettano disposizioni comuni all’esercizio delle professioni . L'accesso alla professione – si legge nel testo - è libero e il suo esercizio è fondato e ordinato sull'autonomia e sull'indipendenza di giudizio, intellettuale e tecnica, del professionista. L'esame di Stato per l'esercizio professionale di una professione ordinistica non è soggetto a predeterminazione numerica dei posti, salvo eccezioni previste da leggi statali, ed è basato sulla verifica dell'effettività e dell’utilità del tirocinio. L’art. 16 disciplina il tirocinio e l’esame di Stato , indicando princìpi e criteri direttivi, tra cui: - la durata del tirocinio non può essere superiore a due anni, salvo casi speciali; - il tirocinio può anche essere svolto parzialmente, mediante la partecipazione a corsi di formazione per la preparazione agli esami di Stato, anche all’estero; - deve essere stabilito un equo compenso in favore di chi svolge il tirocinio, tenendo conto dell'effettivo apporto del tirocinante, con riferimento al regime tariffario delle prestazioni rese. L’art. 17 consente agli ordinamenti di categoria l’istituzione di scuole di alta formazione per i professionisti e i tirocinanti e la fissazione dei criteri per la formazione ai fini del tirocinio e per l'aggiornamento professionale periodico degli iscritti. Sulla base di tali criteri e nel rispetto del principio di libera concorrenza, da parte di Ordini, associazioni e sindacati dei professionisti e casse di previdenza, possono essere promossi e organizzati, mediante adeguate strutture, seminari e corsi di formazione. I seminari e i corsi di formazione per l'aggiornamento professionale periodico degli iscritti sono altresì promossi e organizzati da soggetti privati, previa approvazione dell'Ordine cui sono rivolti. Il professionista deve rendere noto al cliente, al momento dell'assunzione dell'incarico, gli estremi della polizza assicurativa stipulata per la responsabilità professionale e il relativo massimale (art. 18). L’esercizio professionale può essere oggetto di pubblicità informativa , con esclusione di metodi di pubblicità comparativa e negativa (art. 19). L’articolo 20 è dedicato al regime tariffario e prevede, tra le altre cose, che le tariffe prevedano livelli massimi e minimi, negoziabili dal cliente in relazione alle modalità, al tempo e ai risultati delle prestazioni. Nei concorsi e nelle gare di progettazione di opere pubbliche i criteri di selezione devono privilegiare la qualità, e le prestazioni professionali non possono essere remunerate con uno sconto inferiore ad un terzo dei minimi tariffari previsti.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui