Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
RISPARMIO ENERGETICO Superbonus, confermati i tempi più lunghi per condomìni, edifici plurifamiliari e case popolari
NORMATIVA

Reverse charge anche per i contratti di avvalimento

di Rossella Calabrese

Agenzia delle Entrate: inversione contabile applicabile anche se le società sono legate da vincoli di partecipazione

Vedi Aggiornamento del 30/03/2009
Commenti 9409
22/10/2007 - Con la Risoluzione n. 295 del 18 ottobre 2007 , l’Agenzia delle Entrate interviene nuovamente sul tema del reverse charge. A chiedere chiarimenti è stata una società che gestisce la rete fognaria di un Comune, e che ha ricevuto in appalto dallo stesso Comune, la manutenzione straordinaria di un particolare tratto di fognatura; la società, in possesso di qualifica SOA sufficiente all'esecuzione dei lavori, ha a sua volta affidato la manutenzione straordinaria ad un’altra società, della quale possiede l'80% del capitale sociale. Tra le due società non è stato stipulato alcun contratto di subappalto, ma è stato utilizzato, ai sensi dell'articolo 49 del Dlgs. 163/2006, un contratto di avvalimento ovvero un contratto mediante il quale le società facenti parte dello stesso gruppo aziendale si avvalgono dei requisiti tecnicoeconomici delle altre società del gruppo stesso. La società si è rivolta all’Agenzia delle Entrate per chiedere se debba essere applicato il sistema del “reverse charge”, ai sensi dell’art. 17, sesto comma, lettera a), del D.P.R. n. 633 del 1972. Preliminarmente l’Agenzia ricorda che l’avvalimento, disciplinato all'articolo 49, comma 1, del Codice degli appalti, consente ad una società di raggiungere i livelli di fatturato o la capacità tecnica richiesta dal bando di gara utilizzando le risorse economico- finanziarie e tecnico professionali di altre imprese, a prescindere dalla natura giuridica dei suoi legami con queste ultime. Il comma 10 del suddetto articolo 49, così come modificato dall'articolo 2, comma 1, lettera d), del Dlgs. n. 6 del 26 gennaio 2007, stabilisce che il contratto di appalto è in ogni caso eseguito dall'impresa che partecipa alla gara, alla quale è rilasciato il certificato di esecuzione, e che l'impresa ausiliaria (ossia quella che fornisce le capacità tecnico economiche ad un'altra impresa) può assumere il ruolo di subappaltatore nei limiti dei requisiti prestati. Nel caso in esame, il contratto di avvalimento è stato stipulato per dotare la seconda società della certificazione SOA necessaria per eseguire i lavori e non per dotare di requisiti finanziari o tecnici la società che partecipa alla gara. La società che esegue materialmente i lavori e che fruisce dell’avvalimento, non ha peraltro partecipato ad alcuna gara d’appalto. Di conseguenza, secondo l’Agenzia, il rapporto tra le due società è di subappalto e quindi le prestazioni rese in dipendenza del citato contratto devono essere assoggettate al regime del reverse charge.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui