Carrello 0
Alla Casa dell’Architettura ‘10+1: le periferie urbane’
EVENTI

Alla Casa dell’Architettura ‘10+1: le periferie urbane’

La mostra su architettura, città e trasformazioni urbane

17/12/2007 - Domani 18 dicembre p.v., alle ore 17,00, si inaugura a Roma presso la Casa dell’Architettura , Piazza Manfredo Fanti 47, la mostra "10+1: le periferie urbane" curata da ATELIER PROGETTO URBANO con il patrocinio dell’Ordine degli Architetti PPC di Roma e Provincia e della Federarchitetti – SNALP. In occasione dell’inaugurazione della mostra si terrà un'asta di beneficenza delle opere presentate dai 10 architetti + 1 artista; il ricavato contribuirà alla realizzazione di un intervento puntuale a vantaggio delle popolazioni povere del mondo, anche grazie all’aiuto di un missionario dell’Ordine dei Trinitari, Padre Luca Volpe. L’asta del 18 dicembre sarà introdotta da: - Amedeo Schiattarella (Ordine degli Architetti di Roma) - Aldo Olivo (Atelier Progetto Urbano) - Padre Luca Volpe (Ordine dei Trinitari) 10+1 è un momento di riflessione su argomenti e problematiche legate alle nostre città. Vuole contribuire, con il suo fare, ad alimentare quel fiume carsico che sono le idee su cui si sostanzia la materia che costruisce i nostri luoghi, le nostre città. Questo senza andare ad interessare i "soliti noti" ma coinvolgendo le nuove leve, i giovani architetti che quotidianamente si confrontano con tematiche ed argomenti che i grandi nomi hanno ormai perso di vista, presi come sono dalle grandi committenze, dalle importanti realizzazioni, dalle ampie trasformazioni che si relazionano ad operazioni complesse avulse dalle più semplici problematiche di chi deve cercare di realizzare opere e progetti anche in situazioni oggettivamente difficili, in contesti in cui parlare di “città diffusa” di "non luoghi" (anche nella loro accezione peggiore) suggerirebbe già labili presenze di tessuti urbani, di luoghi dignitosi. Questo evento, che avrà cadenza annuale e che vedrà la sua prima edizione a fine 2007, si prefigge un duplice obiettivo: • sollecitare idee e riflessioni ad architetti e artisti sul tema che più ci appassiona e coinvolge: l’architettura, la città e, più in generale, le trasformazioni urbane; • far comprendere che esistono momenti di solidarietà anche su tematiche apparentemente lontane dal mondo della beneficenza. Per questo si è chiesto un elaborato a dieci architetti e ad un'artista. Ogni anno si chiederanno ai partecipanti idee e riflessioni su specifici temi che, di volta in volta, saranno individuati; dei veri e propri manifesti che saranno occasione, ci auguriamo, di concetti, di considerazioni e metodologie atte ad incidere sulle future trasformazioni del territorio. Le opere saranno poi esposte e, durante l’organizzazione di una serata, si svolgerà un’asta il cui ricavato sarà dato in beneficenza. A tal fine ATELIER PROGETTO URBANO ed un missionario, Padre Luca Volpe, lavoreranno insieme per trasformare questo contributo economico in un intervento puntuale a vantaggio delle popolazioni povere del mondo. Vere iniziative concrete volte ad affrontare le reali esigenze delle popolazioni coinvolte dall’iniziativa, come la costruzione di un manufatto, di un edificio o di un’infrastruttura utile al miglioramento delle condizioni di vita.
© Riproduzione riservata

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui

x Sondaggi Edilportale
BIM: professionisti italiani, siete pronti? Partecipa
)