Network
Pubblica i tuoi prodotti
Vai al prossimo articolo
Ecobonus e bonus ristrutturazioni, cosa accade se cambia la destinazione d’uso dell’immobile
RISTRUTTURAZIONE Ecobonus e bonus ristrutturazioni, cosa accade se cambia la destinazione d’uso dell’immobile
URBANISTICA

Contratti di quartiere: via libera al rifinanziamento

di Rossella Calabrese

Fondi congelati e poi nuovamente destinati al programma urbano

Vedi Aggiornamento del 08/09/2008
11/01/2008 - Tre modifiche in tre mesi hanno interessato le norme che rifinanziano il programma “Contratti di quartiere II”. Il decreto fiscale (DL 159/2007 convertito nella Legge 222/2007) collegato alla Finanziaria aveva disposto il rifinanziamento del programma destinando, dal 1° gennaio 2008, “le risorse originariamente destinate ai programmi costruttivi di edilizia agevolata e sovvenzionata di cui all'articolo 18 del DL 152/1991, convertito dalla legge 203/1991, e non impegnate” alle proposte già ritenute idonee e non ammesse al precedente finanziamento. Così formulata, la norma avrebbe tagliato fuori moltissimi interventi in corso di definizione, dirottando i fondi ad essi destinati (ma non ancora impegnati) ai Contratti di quartiere. Poche settimane più tardi, la Finanziaria 2008 (Legge 244 del 24 dicembre 2007) ha sostituito le parole: “non impegnate” con le parole “non assegnate a seguito di mancata ratifica degli accordi di programma”. in questo modo sono rientrate in gioco molte delle procedure di finanziamento escluse dal decreto fiscale, alle quali mancava solo la ratifica dell’accordo di programma. Ma solo una settimana dopo, il 31 dicembre 2007, il decreto legge Milleproroghe 248/2007 interveniva sulla norma, rinviando al 1° gennaio 2009 la modifica apportata dalla Finanziaria, ripristinando per il 2008 lo scenario delineato dal decreto fiscale.

Partecipa alla discussione ( commenti) Utilizza il mio account Facebook Non hai un account Facebook? Clicca qui